FLASH

Battista traccia il bilancio del 2017 e lancia lo sguardo all’imminente futuro: “Ultimi dodici mesi dedicati all’occupazione e alle scuole, il 2018 l’anno della Tangenziale e del sottopasso ferroviario”

La conferenza stampa del sindaco Battista con alcuni assessori e consiglieri di maggioranza

La conferenza stampa del sindaco Battista con alcuni assessori e consiglieri di maggioranza

Il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, insieme ad alcuni assessori e consiglieri di maggioranza, ha tracciato il bilancio dell’attività amministrativa del 2017, volgendo lo sguardo all’anno appena iniziato, quello che condurrà al rush finale dell’amministrazione guidata dall’esponente del Partito Democratico.

Battista ha focalizzato l’attenzione sul tema lavoro, in una città la cui età media è sempre più alta, considerando che le giovani generazioni lasciano il capoluogo e il Molise per trovare fortuna altrove.

“Abbiamo assunto dodici persone nel corso del 2017 – ha affermato il primo cittadinoe altri 35 nuovi posti di lavoro sono stati creati tra l’Ambito Sociale di Zona e altri progetti. Tutto fatto in maniera trasparente con lo scorrimento delle graduatorie. L’amministrazione comunale di Campobasso, con questi numeri, si pone come la più grande azienda del territorio. Sempre in termini di lavoro, abbiamo contribuito, in maniera decisiva, a salvare gli otto posti degli autisti della Seac. E, restando in tema, dopo diversi decenni, è stato emanato il bando sul trasporto pubblico locale”.

“Il 2017 – ha ricordato Battistaè stato l’anno dell’approvazione dei regolamenti sul benessere degli animali, del gioco lecito, del referendum comunale e dell’accesso ai dati amministrativi. Ha preso il via la raccolta differenziata e, in accordo con la Regione Molise, abbiamo previsto il sistema di videosorveglianza in città”.

“È stato un anno particolare per le scuole – ha ricordato il sindaco di Campobasso – Con un impegno di spesa di 215mila euro abbiamo risolto il problema della ‘Montini, è stato pubblicato il concorso di idee per i nuovi plessi del Quartiere Cep, via Crispi e Vazzieri. È pronto il bando per la scuola di Mascione, dove prevediamo in tempi brevi la posa della prima pietra ed entro l’anno anche l’inaugurazione. Abbiamo appaltato lavori per 400mila euro alla ‘don Milani’, dove resta ancora qualcosa da fare, recuperando la scuola di via Gorizia con lavori per 200mila euro. Sono state recuperate cinque aule alla Casa dello Studenti, con un impegno di spesa di altri 70mila euro”.

L’amministrazione comunale ha investito due milioni e mezzo di euro per la sicurezza delle scuole, così come ha ricordato Battista, il quale si è proiettato al 2018, l’anno della Tangenziale.

“Il Consiglio comunale del 5 gennaio – ha affermato Battistaè chiamato all’approvazione del progetto, che dovremo calare sulle esigenze del territorio. Contiamo di inaugurare la grande opera, al massimo, nei primi giorni del 2019, chiudendo, così, una storia lunga quaranta anni, quella dell’anello che gira attorno alla città. Manca solo la fase progettuale, prima dell’inizio dei lavori, dopo aver superato tutte le difficoltà amministrative e, successivamente, formalizzato gli atti con l’impresa. Nel 2018 chiuderemo, dopo trenta anni, anche la questione del sottopasso ferroviario, che riguarda Rione San Pietro e il Terminal. Un’opera che bypasserà la rotatoria di via Giambattista Vico”.

“Campobasso – ha concluso Battistaavrà la sua RSA, che chiuderà la filiera dei servizi per gli anziani, restituendo dignità alle fasce deboli. Per i giovani, invece, ci muoveremo in termini di istruzione e lavoro”.

giusform

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

Lascia un commento

Invia
© 9740 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.