FLASH

Natale e Capodanno, non c’è l’ordinanza per i botti ma il divieto resta. A stabilirlo il Regolamento in materia di tutela degli animali

animali_preveniamo_botti_capodannoNegli ultimi anni per evitare i botti di Natale e Capodanno il sindaco di Campobasso aveva dovuto emanare una specifica ordinananza. Cosa questa, che non accadrà quest’anno, dopo che lo scorso 17 luglio, il Consiglio Comunale ha approvato, con deliberazione numero 24, il Regolamento in materia di tutela degli animali. Lo stesso, infatti, all’articolo 31 dispone il divieto, dalle 20,00 del 24 dicembre alle 7,00 del 25 dicembre di ciascun anno, nonché dalle 20,00 del 31 dicembre alle 7,00 del 1 gennaio di ciascun anno, per i detentori di materiale pirotecnico, non titolari di apposita licenza (di cui all’Articolo 57 del TULPS), né autorizzati all’attuazione di manifestazioni pirotecniche in luoghi pubblici, di effettuare e far effettuare lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico – fatta eccezione per le ‘scintille luminose’ (bastoncini luminosi pirotecnici), che non provocano rumore ed hanno una potenzialità dannosa minima – in luogo pubblico o di uso pubblico e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi pubblici o ad uso pubblico. Salvo che il fatto non costituisca reato, l’inosservanza dei predetti obblighi e divieti, comporterà l’applicazione di sanzioni pecuniarie amministrative, così come previste dallo stesso Regolamento”.

Dunque, il divieto resta pur senza la necessità di adottare l’apposita ordinanza sindacale.

Intanto, per restare in tema di amici a quattro zampe, dal Comune fanno sapere come “appena le condizioni atmosferiche lo consentiranno, partiranno i lavori di adeguamento e riqualificazione del canile di Santo Stefano, oggetto di apposito affidamento”. 

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 9105 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.