FLASH

Il Campobasso ferma sul pari la capolista Matelica. L’Agnonese supera a domicilio la Jesina

azione campobasso matelicaCAMPOBASSO – MATELICA 0-0

Campobasso: Landi, Bisceglia, Elefante (46′ Bolzan), Danucci, Del Duca, Lagnena, Ribeiro (90′ Esposito Lauri), Leone, Gurma (46′ Kargbo), D’Agostino, Vecchione. A disp. Borrelli, Strianese, Capozzi, Ingretolli, Gerardi, Sorrentino. All. Giovanni Masecchia.

Matelica: Kerezovic, Brentan, De Gregorio, Meneghello, Lo Sicco, Messina (56′ D’Apollonia), Mancini (56′ Cuccato), Malagò (79′ Grevini), Magrassi (79′ Gioè), Gabbianelli (83′ Oliveira), Tonelli. A disp. Rivosecchi, Gilardi, Callegaro, Arapi. All. Luca Tiozzo Peschiero.

Ammoniti: De Gregorio, Del Duca, Brentan, Landi, Gioè.

Espulsi: al 63′ Leone per gioco pericoloso; al 68′ Tiozzo Peschiero (allenatore Matelica) per proteste.

Arbitro: Fabio Pirrotta della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto (Antonio Mariniello di Ercolano – Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata).

GIUSEPPE FORMATO

Il Campobasso ferma sul pari a reti inviolate la capolista Matelica. Un buon risultato per i rossoblù, ma dopo tre partite della gestione Masecchia ancora non arriva la vittoria. Primo tempo di marca ospite, nella ripresa gioca meglio il Campobasso, salvato da Landi, che para un calcio di rigore di Magrassi.

L’allenatore dei lupi schiera i suoi col più classico dei moduli: Landi tra i pali, Del Duca e Lagnena al centro della difesa, Bisceglia ed Elefante a supporto. In mediana Vecchione e Danucci, sulle corsie laterali operano Ribeiro e Leone. In avanti il rientrante Gurma e D’Agostino.

Il biancorosso Luca Tiozzo Peschiero risponde con uno spregiudicato 4-2-4, che vede Kerezovic tra i pali, Meneghello e Messina al centro della retroguardia, Brentan e De Gregorio sugli esterni. Le chiavi della mediana sono appannaggio di Lo Sicco e Malagò; in avanti sulle corsie laterali ci sono Mancini e Tonelli, a supporto di Magrassi e Gabbianelli.

La prima occasione dell’incontro è del Matelica con Gabbianelli, il cui diagonale al minuto dieci rotola di poco a lato della porta difesa da Landi. I marchigiani si rivedono al 16′ con Mancini, la cui conclusione, deviata da un difensore, lambisce l’incrocio dei pali. Sul corner seguente, la palla rotola al limite dell’area piccola, dove si avventa Lo Sicco, che manda incredibilmente alto sulla trasversale.

Il Campobasso risponde col ‘solito’ D’Agostino, che al 20′ ci prova dai venticinque metri, impegnando Kerezovic, che blocca a terra e al 23′ va al tiro direttamente da calcio piazzato, senza inquadrare lo specchio della porta. Sul fronte opposto è Tonelli, dal vertice destro, a impegnare Landi, chiamato a bloccare la sfera sulla conclusione centrale.

Il Matelica spinge il piede sull’acceleratore e al 29′ è Gabbianelli a calciare corto un corner, che Lo Sicco corregge verso la porta. Landi è attento e respinge con i pugni.

Il Campobasso stringe i denti, gli ospiti mantengono alto il baricentro e al 44′ è Malagò a scagliare una gran botta verso la porta di Landi, il quale si oppone ancora una volta con i pugni. 

I lupi iniziano la ripresa in maniera più decisa, grazie alla maggiore freschezza di Kargbo, subentrato a Gurma. Ed è proprio il neo-entrato a servire un pallone d’oro per D’Agostino, il quale, sottomisura, prima trova la respinta di Kerezovic, poi manda incredibilmente a lato.

Il Matelica ha la grande chance di passare in vantaggio al 60′. In una mischia in area di rigore, viene atterrato Magrassi e il direttore di gara indica il dischetto. Dagli undici metri va Magrassi, che non inganna Landi, il quale si supera e respinge la conclusione, con un guizzo felino sulla propria sinistra.

Il Campobasso resta in inferiorità numerica al 63′, quando Leone commette una scorrettezza a metà campo e viene mandato anzitempo negli spogliatoi.

I marchigiani mettono i brividi ai molisani al 70′, quando Tonelli dall’out serve Malagò, che dal limite dell’area piccola manda alto, sprecando un’altra ghiotta occasione per segnare.

È ispirato Kargbo: al 78′ si invola verso la porta ospite, ma al momento della conclusione strozza troppo il tiro, mandando a lato.

Brivido per il Matelica al 90′: sugli sviluppi di un calcio d’angolo di D’Agostino, la testa è di Vecchione, Kerezovic salva in maniera miracolosa, opponendosi con i pugni.

Il Matelica manca il gol- partita al 95′, quando Tonelli manda fuori da comoda posizione, insidiato da un difensore molisano, sbagliando un calcio di rigore in movimento.

I risultati della 14^ giornata del girone F di serie D

Campobasso – Matelica 0-0

Castelfidardo – Pineto 2-2

Fabriano Cerreto – Vis Pesaro 0-4

Francavilla – Vastese 1-1

L’Aquila – San Marino 1-0

Nerostellati – Monticelli 1-1 (anticipo del sabato)

Olympia Agnonese – Jesina 1-0 (85′ Nyang)

Recanatese – Avezzano 0-3

San Nicolò – Sangiustese 1-1 (anticipo del sabato)

comments

Tag: ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 8384 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.