FLASH

Pillole di storia calcistica, l’avventura italiana dell’allenatore ungherese Armand Halmos: nel 1934 vinse il campionato alla guida del Campobasso

L'allenatore Armand Halmos in giacca e cravatta

L’allenatore Armand Halmos in giacca e cravatta

Armand Halmos è nato a Budapest, in Ungheria, il 13 marzo 1884. È stato giocatore del MTK Hungària, squadra della capitale magiara.

Nel 1922 arrivò in Italia nelle vesti di allenatore della Spal (fu uno dei primi ungheresi ad arrivare in Italia, negli anni Venti e Trenta del Secolo scorso arriveranno moltissimi giocatori e allenatori nelle varie squadre dello stivale).

La squadra estense era nel girone C del Campionato Lega Nord e con lui in panchina si classificò terza. Negli anni successivi allenò Rivarolese, Vogherese e Legnano, con cui nella stagione 1928-’29 esordì in Divisione Nazionale, classificandosi sedicesimo e retrocedendo. Dopo un breve ritorno alla Vogherese nella stagione 1929-’30, fu chiamato, nella stessa stagione, ad allenare l’appena costituita A.S Teramo, che disputò la prima partita ufficiale con Halmos in panchina contro l’Osimana. Vittoria per 2-1 e, a fine stagione, terzo posto nel girone di Terza Divisione Marche Abruzzo.

Dal campionato 1930-’31 si trasferì di nuovo al Nord, prima a Parma, poi a Cremona in serie B, infine a Piacenza in Prima Divisione. Nella stagione 1931-’32 era allenatore di entrambe le squadre (negli anni Trenta era molto comune allenare due team), con la Cremonese si classificò sesto, mentre col Piacenza vinse il girone di Prima divisione.

Finita l’esperienza in Lombardia e in Emilia Romagna, si trasferì in Umbria al Foligno (1932-33) in Prima Divisione, campionato al quale presero parte, tra le altre, Perugia, Lazio B, Roma B e L’Aquila. Halmos, col suo Foligno, si classificò secondo a tre punti dal Perugia.

Finita l’esperienza in Umbria, Armand Halmos, nella stagione 1933-’34 arrivò in Molise, al Campobasso, dove sostituì il triestino Silvio Stritzel. Grazie alla sua esperienza, con una squadra composta da quasi tutti giocatori del capoluogo, conquistò la promozione in Prima divisione in un testa a testa contro il Battipaglia.

Nella stagione seguente 1934-’35 approdò al Benevento in Prima divisione (girone H): quinto posto finale nel torneo vinto dalla Palmese. Da Benevento alla Salerniata, col sesto posto in serie C nel 1935-1936.

Le ultime stagioni italiane dell’ungherese Halmos furono al Brindisi nella Prima divisione pugliese nel 1937/1938 col terzo posto finale, dietro Pro Italia Taranto e Bari B, ottenendo il salto di categoria, e al Palermo, all’epoca giallorosso, venendo sostituito da Ermenegildo Negri.

Di Armand Halmos si persero le tracce dopo la stagione in Sicilia e dopo aver allenato per quattordici anni in Italia.

Alessandro Lancellotti

comments

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

© 8368 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.