FLASH

Un fine settimana all’insegna delle bocce: a Campobasso vince Colitti, a Castel del Giudice in una manifestazione tra sport e turismo il Trofeo ‘Melise’ va al duo Tudino-D’Alessandro

La foto di gruppo finale a Castel del Giudice

La foto di gruppo finale a Castel del Giudice (foto Emanuele Scocchera)

Un fine settimana intenso per le bocce molisane. Nel pomeriggio di sabato 14 ottobre è terminata, con le fasi finali, la gara a carattere regionale, specialità individuale, le cui eliminatorie si erano svolte durante la settimana al Centro Tecnico Federale del Bocciodromo Comunale di Campobasso; mentre, domenica 15 a Castel del Giudice è stata disputata una manifestazione regionale a coppie, denominata ‘Trofeo Melise’, svolta interamente nel centro al confine tra le province di Isernia e dell’Aquila.

La gara, organizzata dal Bocciodromo Comunale di Campobasso, è stata vinta dal portacolori di casa, Angelo Colitti, il quale, in finalissima, ha superato Giuseppe Iacovino dell’Avis Campobasso, quest’ultima società all’esordio assoluto in una kermesse ufficiale, dopo l’affiliazione avvenuta in coincidenza con l’inizio della stagione agonistica 2017/2018 lo scorso 1° ottobre.

I finalisti al Bocciodromo Comunale, Iacovino e Colitti

I finalisti al Bocciodromo Comunale, Iacovino e Colitti

Sul gradino più basso del podio si è classificato Corrado Puzo della società ‘La Torre Vinchiaturo’; al quarto posto, invece, Michele D’Elia del DLF Campobasso.

A completare il quadro finale: Rocco Ricci del DLF Campobasso (quinto), Fernanda Ricciuti de ‘La Torre Vinchiaturo’ (sesto) e Paolo Vacca dell’ABC Castelpetroso (settimo).

Il direttore di gara è stato Lucio Fiorella, arbitro nazionale di Campobasso.

Ad aggiudicarsi il ‘Trofeo Melise’ di Castel del Giudice, organizzato dalla locale società ‘Castellano’ del presidente Franco Gentile, è stata la coppia del ‘Morgione’ di Ripalimosani, composta da Nicola Tudino e Giuliano D’Alessandro. I due vincitori hanno avuto la meglio, in finalissima, sul duo di casa, formato da Rino Cavaliere e Antonio Compagnone, al termine di un’appassionate partita d’epilogo della manifestazione.

Si è fermata in semifinale la corsa di Giovanni Colitti e Gabriella D’Ammassa del Bocciodromo Comunale di Campobasso, quest’ultima all’esordio ufficiale con la casacca del team campobassano, dopo il terzo posto conquistato un mese fa alle finali nazionali della Coppa Italia con la rappresentativa provinciale di Frosinone.

Quarta posizione per la coppia Antonio Verdone-Marco Di Maria del Bocciodromo Comunale di Campobasso.

I vincitori di Castel del Giudice, Tudino e D'Alessandro, col sindaco Lino Gentile

I vincitori di Castel del Giudice, Tudino e D’Alessandro, col sindaco Lino Gentile

A completare il quadro dei quarti di finale: Carmine Rainone e Giacomo Farrace del DLF Isernia (quinti), Michele D’Elia e Rocco Ricci del DLF Campobasso (sesti), Andrea Russo e Attilio Antonioli de ‘La Torre Vinchiaturo’ (settimi) e Nicolino Battista e Pompilio Carosella della Frosolonese (ottavi).

Il direttore di gara è stato Lucio Fiorella, arbitro nazionale di Campobasso.

Una giornata, quella di Castel del Giudice, tra sport, cultura e turismo. Gli atleti in gara, infatti, con le persone al loro seguito, prima delle fasi finali del pomeriggio, hanno avuto modo di visitare Borgotufi, l’antico borgo rurale di Castel del Giudice, restaurato e trasformato in albergo diffuso mediante un attento e accurato recupero architettonico, reso possibile grazie alla costituzione di una public company, che ha coinvolto nell’impresa cittadini, istituzioni locali e una cordata d’imprenditori originari della zona: Enrico e Gianfranco Ricci, Ermanno D’Andrea e Lino Gentile, già sindaco di Castel del Giudice.

Tra i premi, le famose mele biologiche di Castel del Giudice, coltivate su quaranta ettari di terreno, dove sono collocate oltre 160mila piante. Un’azienda, la ‘Melise’, che dieci anni fa ha riportato a coltura quei terreni incolti, dove oggi si coltiva un prodotto di qualità. Un’area visitata (e apprezzata) da coloro che hanno partecipato alla manifestazione, un vero gioiello del Molise.

“Sono stati due giorni intensi tra sabato e domenica – ha affermato il presidente della Federbocce Molise, Angelo SpinaStiamo lavorando per far riavvicinare le persone alla nostra disciplina. Alcuni ex atleti sono rientrati, grazie all’affiliazione di una nuova società, l’Avis Campobasso, che alla sua prima partecipazione è arrivata già in finale col suo presidente, Pino Iacovino, colui che ha lavorato sull’idea di costituire una nuova società, richiamando coloro che, da qualche anno, non giocavano più a bocce. A lui vanno i complimenti per il risultato raggiunto in campo e fuori. Un ringraziamento speciale anche al presidente del Circolo Bocciofilo Castellano, Franco Gentile, che sta mantenendo viva l’attività in quell’area del Molise, dove prossimamente organizzeremo un evento promozionale, teso a far conoscere i benefici della disciplina boccistica e ad accendere i riflettori su due gioielli che ha il Molise, Borgotufi e l’azienda ‘Melise’, andando a coniugare sport e turismo, anche e soprattutto, per chi viene da fuori regione”.

Le fotografie del fine settimana boccistico di Emanuele Scocchera

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

© 8399 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.