FLASH

Lupo di rigore a Sulmona, D’Agostino dagli undici metri: Nerostellati ko in rimonta. Landi protagonista: para un penalty. Campobasso in vetta alla classifica

Un'azione di Nerostellati - Campobasso

Un’azione di Nerostellati – Campobasso

NEROSTELLATI – CAMPOBASSO 1-2

Nerostellati: Parente, Valente, Del Gizzi, Palombizio, Isotti, Giallonardo (91′ Di Ciccio), Verrocchi (57′ Bruni), Pacella, Di Ruocco (74′ Donatangelo), Konè, De Rosa. A disp. Capone, Moscone, Rossi, Iacobucci, Puglielli, Di Cerchio, Donatangelo. All. Di Marzio (squalificato, in panchina Pulsone).

Campobasso: Landi, Lagnena, Elefante (84′ Strianese), Danucci, Capozzi, Del Duca (47′ Bolzan), Riberio, Leone (70′ Gerardi), Gurma, D’Agostino, Vecchione (60′ Sorrentino). A disp. Salsano, Bisceglia, Spinelli, Scognamiglio, Esposito Lauri. All. Foglia Manzillo.

Reti: 44′ Giallonardi, 49′ aut. Pacella, 89′ (rig.) D’Agostino.

Ammoniti: Danucci, Donatangelo, Palombizio.

Arbitro: Matteo Centi della sezione di Viterbo (Amedeo Fine di Battipaglia e Leonardo Battista di Pesaro).

Il Campobasso festeggia a Sulmona

Il Campobasso festeggia a Sulmona

STEFANO CAPUANO

Il Campobasso espugna il campo di Sulmona, al termine di una partita sconsigliata ai deboli di cuore.

Gli abruzzesi dei Nerostellati, fanalino di coda del girone F di serie D, passano in vantaggio e sbagliano un calcio di rigore, parato da Landi. Ne approfittano i lupi, che segnano il penalty decisivo all’89’ con D’Agostino, andando in vetta alla classifica.

Foglia Manzillo conferma il 3-5-2; mentre, sull’altro fronte, la matricola abruzzese opta per il più classico ed equilibrato dei moduli, il 4-4-2.

La posta in palio è alta per entrambe le squadre: i lupi cercano il primato in classifica, i Nerostellati vogliono conquistare i primi punti.

La prima occasione da rete è di marca locale: al 14′ Di Rosa, dalla corsia mancina, lascia partire un traversone, che Palombizio, da buona posizione, corregge di poco a lato della porta di Landi.

Il Campobasso si vede al 17′ con una punizione di D’Agostino, senza la giusta mira. Ancora i Nerostellati al 24′: Pacella prova i riflessi di Landi, che blocca la conclusione troppo centrale, per impensierire l’estremo difensore rossoblù.

È un buon momento per gli abruzzesi, che sfiorano il vantaggio al minuto 25. La conclusione di Isotti sfiora l’incrocio dei pali: è brivido per il Campobasso.

Alla mezz’ora, Campobasso fatica, Nerostellati ben organizzati e tutt’altro che arrendevoli. Le occasioni più pericolose, infatti, sono state, fino a questo momento, della squadra locale.

I Nerostellati si rivedono al 36′, con una percussione sulla destra di Varrocchi, il quale serve Palombizio nel cuore dell’area di rigore, anticipato dalla retroguardia molisana, che si rifugia in calcio d’angolo.

Il Campobasso alza il baricentro e al 41′ la conclusione di D’Agostino è murata da un difensore locale, sulla respinta arriva Vecchione, ma il suo tiro termina ampiamente a lato.

I Nerostellati passano in vantaggio al 44′ con Giallonardo: apertura sulla destra per il classe ’96 abruzzese, che trova il pertugio giusto alle spalle di Landi.

Il Campobasso perviene al pareggio dopo quattro giri di lancette della ripresa. Dalla sinistra arriva un traversone, che Pacella prova a gestire di testa, infilando, clamorosamente, il proprio portiere. Lupi fortunati e gara di nuovo in equilibrio.

Rigore per i Nerostellati: al 50′ fallo di mano di Capozzi. Il direttore di gara, Matteo Centi della sezione di Viterbo, fischia il penalty. Landi ipnotizza Isotti e respinge la conclusione.

D’Agostino (54′) ci prova con un rasoterra dai sedici metri, Parente si distende e respinge la sfera. Quattro minuti dopo ci prova Lagnena, che l’estremo difensore abruzzese alza sulla traversa. Sul corner seguente, tiro-cross di Riberio, Capozzi non riesce a deviare in porta.

A 25 minuti dal termine, Nerostellati – Campobasso sono sull’1-1. Partita che si è infiammata nei primi minuti della ripresa. Risultato sempre in bilico, con entrambe le squadre che in questa fase si affrontano a viso aperto.

Occasione per i lupi al minuto 83: cross dalla corsia mancina, prova Capozzi, ma un difensore abruzzese respinge col corpo nell’area piccola.

Il Campobasso effettua il sorpasso in piena zona Cesarini. Palombizio atterra Capozzi e per l’arbitro laziale è calcio di rigore. D’Agostino dagli undici metri non sbaglia, spiazzando Parente, e segna il gol dell’1-2.

Ultimissima occasione dei Nerostellati in pieno recupero: Kone entra in area, ma Landi si oppone sul tiro del numero 24 abruzzese.

Il programma delle partite della 4^ giornata del girone F di serie D

Fabriano Cerreto – Castelfidardo

Jesina – San Marino

Monticelli – Recanatese

Nerostellati – Campobasso 1-2 (anticipo del sabato)

Olympia Agnonese – Francavilla

Sangiustese – L’Aquila

San Nicolò – Pineto

Vastese – Matelica

Vis Pesaro – Avezzano

comments

Tag: ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 9610 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.