FLASH

A San Giovanni in Galdo prime due serate di successo per il ‘Morrutto Street Fest’. La locale associazione ha lo scopo di recuperare il vecchio borgo risalente all’anno Mille

Morrutto Street Fest Locandina 2Un passato. Una presa di coscienza. Un futuro. L’Associazione Culturale Amici del Morrutto nasce nel 2013 a San Giovanni in Galdo, con lo scopo di creare e sviluppare tutte quelle iniziative che hanno come obiettivo principe il recupero del vecchio borgo morrutto – muro rotto – ovvero un dedalo di abitazioni risalenti all’anno mille, realizzate con materiali poveri.

Materiali poveri ma tecnica sopraffina, così evidente nel risultato della qualità spaziale ed architettonica, innovativa rispetto alla cultura dell’imperialismo romano, dove il cardo ed il decumano erano lì il segno efficiente della legione pronta all’attacco.

Accanto al progetto di recupero del borgo, l’Associazione è con profonda abnegazione portavoce e promotrice di cultura nel suo senso più ampio, con la seria convinzione di potere giocare un ruolo fondamentale nel rilancio – economico e sociale – di una comunità altrimenti abbandonata a se stessa e vittima del fenomeno dello spopolamento.

Anche quest’anno, sulla scia di un leitmotiv di azioni-interazioni intraprese negli ultimi anni, l’Associazione Amici del Morrutto propone al pubblico molisano e non, il ‘Morrutto Street Fest’, una serie di appuntamenti di marcato interesse culturale, appuntamenti ponderatamente concentrati nel periodo agostano, mensilità tradizionalmente coincidente con una maggiore presenza demografica in loco e di maggiore richiamo per l’intero hinterland. Tradizionale e ormai fisso l’appuntamento con la Festa del Morrutto, quest’anno giunta alla sua settima edizione: arte, musica, enogastronomia, mostre e artigianato in un mix coinvolgente interamente insediato nella caratteristica cornice delle labirintiche viuzze dell’antico borgo.

Di altrettanto sicuro interesse la presentazione dello straordinario lavoro di raccolta in un volume inedito, denominato ‘Da Castelluccio… a San Giovanni in Galdo’, di scritti cronachistici relativi alle vicende paesane di San Giovanni in Galdo che partono dall’immediato Secondo dopoguerra e arrivano fino agli anni ‘60. Grazie allo zelante lavoro di un intellettuale locale del tempo, è oggi possibile rivivere momenti salienti – politici, culturali, sociali e aneddotici – relativi al massimo fervore demografico e sociale di una comunità ora osservabile da un punto di vista privilegiato e interno ai fatti stessi raccontati.

Non meno interessante lo sforzo da parte dell’Associazione per quanto riguarda l’aspetto ludico-ricreativo: in programma giornate dedicate ai bambini con attività di laboratori all’interno della cornice del tempietto italico, risalente al II sec A.C., per cercare di sensibilizzare i più piccoli sull’enorme patrimonio storico archeologico presente nel nostro territorio.

Agli eventi culturali si aggiunge quest’anno un appuntamento sportivo, il 1° Tour Bike San Giovanni in Galdo, per far conoscere ai più le immense bellezze naturalistiche e paesaggistiche del nostro territorio. Sono previste, inoltre, serate culturali, teatrali/musicali all’insegna della socializzazione e del divertimento, per sottolineare l’attenzione e la premura da parte dell’Associazione a volere ottemperare a tutte le esigenze della comunità. Insomma tanti buoni motivi per non mancare.

La lezione di Franco Valente a San Giovanni in Galdo

La lezione di Franco Valente a San Giovanni in Galdo

Già due gli eventi andati in scena: ‘Libri Vini e Vinili’, con la presentazione del libro “Il Molise non esiste” di Enzo Luongo, con la partecipazione di Pippo Venditti, per proseguire con una selezione di musica in vinile dei grandi classici anni ‘60-‘70-‘80 (a cura di Luongo e Venditti), accompagnata da un gustoso aperitivo e da una degustazione di vini; e il dibattito sul “pulpito di San Giovanni in Galdo e le altre meraviglie della nostra regione” con Franco Valente.

Il ‘Morrutto Street Fest’ proseguirà con:

Domenica 13 agosto l’evento “sGREENiamoci – seconda parte. Allestimento del centro storico con fiori ed altri elementi decorativi”.

Sabato 19 agosto si terrà il 1° Bike Tour San Giovanni in Galdo; mentre, il giorno successivo, domenica 20, l’attesa settima edizione della ‘Festa del Morrutto’.

Lunedì 21 agosto è in programma la presentazione del libro “Da Castelluccio a San Giovanni in Galdo” di Marilena Marino; martedì 22, la presentazione del libro “Appunti di arte e di storia a San Giovanni in Galdo” di Giovanni Mascia.

Mercoledì 23 si terrà la giornata archeologica del tempietto italico con laboratori, visite guidate e concerti; giovedì 24 una manifestazione teatrale-musicale del Novecento.

La chiusura nelle giornate di venerdì 25 agosto con ‘Morrutto in Rosa’, una serata dedicata alla valorizzazione del talento femminile, tra musica, moda cultura ed eno-gastronomia; sabato 26, infine, la partecipazione alla terza Finale Nazionale di Lentella, in provincia di Chieti, del prodotto topico.

comments

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.