FLASH

Bocce, i programmi del presidente regionale Angelo Spina: “Ripopolare i bocciodromi esistenti, costruire impianti nei centri che ne sono sprovvisti, aprire la pratica di questo sport alle scuole, all’Università e al mondo paralimpico”

Il presidente della FIB Molise, Angelo Spina, col numero uno delle bocce italiane, Marco Giunio De Sanctis

Il presidente della FIB Molise, Angelo Spina, col numero uno delle bocce italiane, Marco Giunio De Sanctis

GIUSEPPE FORMATO

Le bocce italiane e molisane hanno voltato pagina negli ultimi mesi. A livello nazionale l’elezione al vertice della Federazione Italiana Bocce del romano Marco Giunio De Sanctis, subentrato a Romolo Rizzoli, il cui interregno è durato un quarto di secolo; a livello locale, invece, a prendere in mano le redini della presidenza del Comitato Regionale FIB è stato Angelo Spina, ex assessore ai Lavori Pubblici della Provincia di Campobasso, nella Giunta D’Ascanio.

Una politica nuova per il rilancio delle bocce italiane, rappresentate da una federazione che, da sempre, è stata tra le più numerose per numero di tesserati.

Le bocce sono uno sport dalle mille sfaccettature: praticabile a qualsiasi età, nei bocciodromi si trovano persone di varie generazioni, dai bambini ai più anziani. Sono luoghi di una importanza sociale notevole.

Lo sport delle bocce, praticato a livello agonistico, è affascinante e richiede ore e ore di allenamenti.

“Siamo in una fase di riassetto e rilancio di un movimento sportivo importante – afferma il presidente Angelo Spina Le bocce, da sempre, sono state rappresentate da una Federazione, prima UBI, poi FIB, tra le più numerose e antiche, festeggiando in questo 2017 i 120 anni di attività. A bocce può giocare chiunque e lo stesso assetto prevede manifestazioni dall’alto livello agonistico e quelle alla portata di tutti. Storicamente, le bocce azzurre hanno sempre dominato in Europa e nel Mondo”.

“In Molise – prosegue il presidente Angelo Spinasiamo nella fase iniziale del nuovo mandato del Comitato Regionale, col quadriennio olimpico iniziato il 29 aprile 2017, con la mia elezione alla presidenza. Dobbiamo lavorare per il rilancio sul territorio delle bocce. A breve, nascerà un nuovo bocciodromo a Petrella Tifernina, dove sono in corso i lavori per la sua costruzione. E, in attesa di verificare in quale altro centro potranno nascere nuovi impianti, vogliamo puntare a incrementare attività e associati nei bocciodromi già esistenti, ovvero a Campobasso (dove sono presenti cinque società, ndr), Termoli, Vinchiaturo, Oratino, Ripalimosani, Isernia, Frosolone, Castelpetroso, Venafro e Castel del Giudice. Le società, inoltre, grazie alla spinta della Federazione Italiana Bocce, potranno avere linfa vitale, con la costituzione dei Centri di Avviamento alle Bocce, che saranno presenti nel numero di cinque per regione”.

“La costruzione di nuovi impianti, il coinvolgimento di atleti, che negli anni hanno abbandonato, l’approdo delle bocce nelle scuole e all’Università, oltre a una massiccia campagna di comunicazione e marketing, anche sfruttando le tecniche del 3.0 – il numero uno delle bocce molisane detta l’agenda – sono i pilastri su cui punteremo per incrementare la pratica di questo sport”.

“Utilizzeremo il Bocciodromo Comunale di Campobasso, che è Centro Tecnico Federale – rimarca Spinaper promuovere le bocce e per aprirlo alle scuole e all’Unimol, considerando che nel capoluogo c’è la facoltà di Scienze Motorie”.

“Grande attenzione sarà data – evidenzia il presidente Angelo Spina, tesserato con la società ‘La Torre’ Vinchiaturo – al mondo paralimpico e agli atleti del CIP, quale veicolo per lo sport integrato sul territorio”.

“I bocciodromi – spiega e conclude l’ex assessore e consigliere della Provincia di Campobassosono luoghi polivalenti, di grande valenza sociale sul territorio. Abbiamo una sfida da affrontare e proveremo a portarla avanti, aiutati dalla Federazione Italiana Bocce e dal suo presidente, Marco Giunio De Sanctis, il quale ha portato una ventata di novità e voglia di proiettare le bocce nel futuro, sfruttando le nuove tecniche che ci consentono di arrivare ovunque e, soprattutto, a chiunque”.

Intanto, il presidente Angelo Spina si gode la qualificazione alle finali nazionali della Coppa Italia, kermesse alla quale il Molise sarà presente con la rappresentativa provinciale di Campobasso, che ha eliminato prima Isernia, poi Chieti, garantendosi le finali di Teramo, che si svolgeranno dal 22 al 24 settembre 2017 e dove sarà presente il gotha delle bocce azzurre, con diversi campioni del Mondo, Europei e italiani, divisi tra le varie rappresentative provinciali qualificate.

comments

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.