FLASH

Egam, Bojano e Campodipietra non aderiscono. Colpo di scena nel centro matesino. Attesa per la decisione di Campobasso

grandi manovre politiche a Bojano per le elezioni amministrative

Il Municipio di Bojano

Nessuna sorpresa per il Comune di Campodipietra che all’unanimità ha espresso il proprio dissenso nei confronti dell’adesione all’Egam, l’ente che si occuperà delle risorse idriche della regione. Il primo cittadino del paese, Peppe Notartomaso, ormai da tempo si era fatto promotore, insieme ad altri sindaci, della battaglia contro quella che è stata intesa da molti come “la privatizzazione dell’acqua pubblica”.

A dire ‘no’ all’Egam ci ha pensato, però,  anche il Comune di Bojano, la cui assise civica ha deciso di non aderire. E di fatto proprio ciò ha rappresentato un colpo di scena per il centro matesino, il cui primo cittadino è il “fratturiano”, Marco Di Biase.

Ora, però, ci si chiede cosa accadrà per i Comuni che hanno deciso di fare un passo indietro. In base alla legge, difatti, per tali centri ci sarebbe il commissariamento. Pur vero è che, sulla questione, non c’è stata inadempienza da parte dell’ente, il quale ha invece deciso di deliberare attraverso un atto per così dire “politico”.

Intanto, il prossimo banco di prova è il Consiglio comunale di Campobasso, chiamato a discutere dell’adesione all’Egam lunedì 17 luglio 2017.

In linea di massima, Palazzo San Giorgio dovrebbe aderire all’ente di gestione idrica, ma non sono esclusi colpi di scena, con la lotta interna al centrosinistra tra fratturiani e rutiani.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

Lascia un commento

Invia
© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.