FLASH

Taglio del nastro e primo viaggio per il nuovo treno Swing. Frattura e Nagni: “Primo risultato della ritrovata serenità con Trenitalia, ora puntiamo all’elettrificazione della linea”

La conferenza stampa nel vagone del treno Swing

La conferenza stampa nel vagone del treno Swing

Partenza e inaugurazione del nuovo treno Swing, che collegherà da domani, mercoledì 4 luglio 2017, le stazioni di Campobasso e Roma Termini. INTERVISTA VIDEO DEL PRESIDENTE PAOLO DI LAURA FRATTURA.

Al taglio del nastro alla stazione del capoluogo molisano e alla benedizione dell’arcivescovo Bregantini erano presenti il prefetto Maria Guia Federico, il governatore Paolo Frattura, gli assessori Pierpaolo Nagni e Carlo Veneziale, il presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Cotugno, i consiglieri regionali Nico Ioffredi e Nunzia Lattanzio, il direttore del Primo Dipartimento della Regione Molise, Massimo Pillarella, e il sindaco e presidente della Provincia di Campobasso, Antonio Battista. INTERVISTA VIDEO DELL’ASSESSORE REGIONALE, PIERPAOLO NAGNI.

Primo viaggio con lo Swing, moderno e confortevole, quasi pieno e con un capotreno d’eccezione: il governatore Frattura, che nel giorno del suo compleanno all’ingresso sul treno si dota di cappello e cravatta da ferroviere. Con lui, a indossare il cappello anche Nagni e Ioffredi.

161 i posti a sedere, due per i diversamente abili, sette strapuntini, servizio di sorveglianza interno ai vagoni: questo è il treno Swing. In totale saranno tre i mezzi, gli altri arriveranno a inizio del 2018 e l’ultimo nel 2020. “Proveremo ad anticipare i tempi, in vista di una scadenza importante (le elezioni regionali, ndr)“, scherza Frattura. 

Da domani, 5 luglio 2017, partenza, da Campobasso per Roma Termini, dello Swing alle 8,36, rientro alle 14,35.

La benedizione del treno Swing

La benedizione del treno Swing

“È un punto di partenza – ha affermato l’assessore regionale ai Trasporti, Pierpaolo Nagni, durante il viaggio inaugurale da Campobasso a Bojanoe, dopo diverse difficoltà, siamo arrivati a questo primo risultato. L’azzeramento del debito con Trenitalia ha favorito la consegna del primo dei tre Swing. I miglioramenti sul ferro non si realizzano dalla sera alla mattina e, già da qualche tempo, stiamo lavorando all’elettrificazione del trasporto ferroviario regionale. Ciò che volgarmente chiamiamo metropolitana leggera è il miglioramento della tratta ferroviaria molisana. La nostra azione non è stata visibile, ma efficace. Siamo la Giunta regionale che ha investito di più sul trasporto su rotaia negli ultimi 25 anni e l’obiettivo sarà quello di portare la percorrenza da Campobasso alla stazione Termini di Roma in due ore e quarantacinque minuti. Solo così potremo dire di aver dato al cittadino la possibilità di scegliere con quale mezzo muoversi”.

Nagni ha parlato anche della questione del binario 20/bis, da dove partono e arrivano i treni della linea Campobasso-Termini. “Ora apriremo il dibattito – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti con la direzione generale di Termini, affinché i nostri treni possano arrivare all’interno della stazione. Fino ad oggi l’impossibilità di entrare sin dentro la Stazione Termini derivava dalla obsolescenza dei nostri treni regionali”.

Uno scatto dalla cabina di guida: il tratto di ferrovia tra Campochiaro e Bojano

Uno scatto dalla cabina di guida: il tratto di ferrovia tra Campochiaro e Bojano

“Siamo di fronte al primo concreto passo verso la riorganizzazione del trasporto su rotaia – le parole del governatore Frattura durante la conferenza stampa tenuta in viaggio nel primo vagone – Stiamo lavorando alla elettrificazione della tratta Roccaravindola-Isernia, condizione per poter collegare il capoluogo molisano con la Capitale in due ore e quarantacinque minuti. Anche su Campobasso stiamo lavorando alla velocizzazione della linea e, nonostante le tante critiche, i lavori della cosiddetta metropolitana leggera consentiranno l’ammodernamento della linea ferroviaria del Molise centrale”.

“Il treno Swing – ha proseguito Fratturaraggiunge i 130 chilometri orari ed è un mezzo con quattro motori termici. I prossimi treni, appena dopo l’elettrificazione della linea Roccaravindola-Isernia, sicuramente saranno con la doppia alimentazione, diesel ed elettrica”.

“La priorità, adesso, negli accordi tra la Regione Molise e Trenitalia – ha concluso il presidente della Giunta regionaleè il superamento dell’arrivo dei treni a Termini al binario 20/bis. Una condizione per la quale ci batteremo, anche alla luce della dotazione del nuovo treno Swing”.

GUARDA LE FOTO DI GINO CALABRESE

giusform.fababb

 

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

Lascia un commento

Invia
© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.