FLASH

Urla e pugni contro l’ex compagna che tenta di soffocare in strada. Chiesta la detenzione in carcere per un 40enne

violenza_donneProbabilmente se i testimoni non avessero dato l’allarme non si sarebbe salvata. È accaduto in centro a Campobasso ieri sera, giovedì 18 maggio, quando un uomo del capoluogo di circa 40 anni, sotto l’effetto di alcol, ha inveito contro la sua ex compagna, alla quale prima ha sferrato una serie di pugni e poi le ha stretto il collo, quasi per soffocarla.

Sono state le urla della donna ad attirare l’attenzione di alcuni cittadini, del complesso residenziale nei pressi di via Cavour, meglio noto come “La città nella città”.

Una volta che i Carabinieri sono arrivati sul posto, l’uomo non aveva alcuna intenzione di allentare la presa sulla sua vittima, che è stata strappata dalle mani del suo aguzzino solo grazie a un militare dell’Arma. Sul posto, insieme ai Carabinieri, anche una pattuglia della Polizia. La donna soccorsa dai sanitari del 118 ha riportato una lesione al labbro, oltre a visibili stati d’ansia.

Una volta che l’uomo è stato condotto in Caserma, è emerso che lo stesso era già soggetto  al divieto di avvicinamento alla compagna, emesso dal Giudice di Campobasso, per ulteriori passate aggressioni sempre rivolte alla stessa donna.

Il 40enne, dopo essere stato trattenuto per i necessari accertamenti è stato, così, denunciato dai Carabinieri con la richiesta della misura cautelare in carcere. A questo punto, il Giudice, tenendo conto della violazione della prescrizione di non avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna potrebbe, infatti, decidere di ripristinare la misura detentiva in carcere, proprio per prevenire ulteriori futuri comportamenti aggressivi da parte del denunciato.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.