FLASH

Viabilità, Regione e Comuni dispongono gli interventi più urgenti. Bando ai campanilismi, l’area del Cratere ragiona negli interessi di una comunità ampia

frattura comuni del cratereStrade ridotte a un colabrodo che mettono a rischio la vita dei cittadini e isolano ancora di più i piccoli centri del Molise. Su questo ha fatto il punto l’incontro tenutosi a Santa Croce di Magliano al quale hanno preso parte il governatore Paolo di Laura Frattura e l’assessore ai Lavori Pubblici Pierpaolo Nagni. Attorno al tavolo, insieme agli esponenti della Regione, i sindaci dei Comuni di Bonefro, Casacalenda, Colletorto, Montelongo, Montorio nei Frentani, Morrone del Sannio, Provvidenti, Ripabottoni, Rotello, San Giuliano di Puglia e Santa Croce di Magliano.

Un incontro dal quale ne è derivato un documento sottoscritto dai presenti che dispone di una serie di cifre sugli interventi più urgenti i quali, mettendo da parte la viabilità interna dei rispettivi comuni, mirano invece a lavori capaci di garantire agli undici comuni dell’area di poter raggiungere il capoluogo.

Bando ai ‘campanilismi’ si tratta, dunque, di interventi per potenziare un’area che troppo spesso paga il prezzo più alto di una rete stradale sempre più impraticabile.

Il programma sottoscritto, che ruota attorno ai circa sei milioni di euro derivati dai fondi del Patto per il Molise, prevede: 2.350.000 euro per la strada provinciale 159 (zona industriale di Bonefro – Fondovalle Biferno) con priorità agli interventi del viadotto Bovara (350mila euro) e alla frana dopo Casacalenda (200mila euro) oltre ad altri interventi urgenti di sistemazione, compresi i giunti dei viadotti;  700mila euro per  i lavori di risagomatura in più parti e posa asfalto nei tratti ammalorati lungo la strada provinciale 40 tra Colletorto e San Giuliano di Puglia e sp 166 fino a Santa Croce di Magliano, con priorità a smottamenti, al Pip di Colletorto, alla rotonda d’ingresso di SanGiuliano, zona sopra il distributore di carburanti a San Giuliano e alla curva al bivio del tratturo verso la zona industriale di Bonefro; 150mila euro per la sistemazione della frana lungo la provinciale 78, nel tratto compreso tra Montorio nei Frentani al bivio verso Rotello (innesto sp63); 700mila euro per l’intervento sul muro pericolante della provinciale 157 verso Morrone; 300mila euro per la bonifica della Sp63 Bonefro – Montelongo; 100mila euro per la sp 166, sistemazione del ponte d’ingresso al Comune di Bonefro; 300mila euro per i lavori urgenti lungo la sp91(Montorio nei Frentani – Ripa dei Muli); 300mila euro per la risagomatura dei tratti asfalto lungo la provinciale 166 da Santa Croce vero i confini della Puglia; 50mila euro per i lavori lungo la sp40; 315mila euro per la sistemazione della frana lungo la strada tra Rotello e i confini della Puglia; 50mila euro per la sistemazione degli smottamenti lungo la sp 73; 500mila euro per la riapertura della Provinciale Colletorto – confini Puglia; 135mila euro per la risagomatura della provinciale tra Provvidenti e il bivio di Casacalenda.

Il costo totale degli interventi è pari a 5.950.000 euro.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.