FLASH

Terremoto Centro Italia, attestati di merito per duecento volontari, trenta associazioni e dieci aziende molisane: durante la cerimonia a Palazzo Vitale la telefonata di Pirozzi

Il governatore Frattura e il consigliere regionale Ciocca con Del Gesso e una volontaria

Il governatore Frattura e il consigliere regionale Ciocca con Del Gesso e una volontaria

Trenta associazioni e duecento volontari di Protezione Civile del Molise hanno lavorato, ininterrottamente, per due mesi ad Amatrice e nei centri colpiti dal sisma del 24 agosto 2016. Un lavoro egregio, quello dei volontari molisani, come testimoniato dalle istituzioni del posto e da chi ha ricevuto assistenza.

La Regione Molise ha deciso di riconoscere i meriti ai duecento volontari, che sono stati impegnati nella fase post-terremoto del Centro Italia, consegnando loro un attestato di merito, come affermato dal consigliere regionale, con delega alla Protezione Civile, Salvatore Ciocca, “col quale abbiamo deciso di lasciare un segno tangibile a chi ha prestato il proprio tempo e la propria professionalità, in soccorso a chi, in un attimo, ha perso tutto ciò che aveva costruito con i sacrifici di una vita”.

Insieme a Ciocca, presenti il governatore Paolo di Laura Frattura, il responsabile del servizio regionale di Protezione Civile, Giuseppe Pitassi, e Angelo Del Gesso del servizio regionale di Protezione Civile.

I volontari molisani hanno prestato servizio a Torrita, Sarnano, Caldarola e Illice di Comunanza. Dieci le aziende private, inoltre, che hanno donato i propri prodotti.

A Torrita, frazione di Amatrice, per cinquanta giorni, il campo predisposto dai volontari di Protezione Civile del Molise ha erogato trecento pasti al giorno per i duecento sfollati e i cinquanta Vigili del Fuoco impegnati sul territorio.

A Sarnano, per un mese, è stato fornito il supporto tecnico e amministrativo necessario per il Coc; mentre, a Caldarola e Illice di Comunanza sono state allestite due tensostrutture.

Ciocca, durante la mattinata, ha letto il messaggio del sindaco di Sarnano, Franco Ceregioli, che ha sottolineato l’importanza dei volontari molisani, “che hanno lavorato con professionalità e cuore”.

“Il mio ringraziamento – ha affermato il consigliere regionale Salvatore Cioccava a tutti i volontari che, con spirito di abnegazione e senso solidaristico, hanno portato il loro prezioso aiuto nelle località del Centro Italia duramente provate dal terribile sisma del 24 agosto 2016. Un lavoro encomiabile, quello dei volontari molisani, tanto che, alla partenza, non sono mancate scene di commozione della popolazione che, per due mesi, aveva ricevuto aiuto e assistenza. Più di qualcuno non ha esitato a lanciare il grido d’allarme per la paura di restare soli, trascorsa la fase iniziale dell’emergenza. Segno questo di quanto fatto dai nostri volontari, che abbiamo deciso di ringraziare con un attestato. Un piccolo gesto da parte nostra, ma motivo di orgoglio per chi lo ha ricevuto”.

“Il mio pensiero – ha proseguito Cioccaè andato anche a chi, a Civitacampomarano, sta perdendo tutto e dove alta sarà l’attenzione della Regione Molise e della Protezione Civile”.

Toccante la visione di un video che ha riprodotto in un quarto d’ora i momenti di lavoro vissuti a Torrita, Sarnano, Caldarola e Illice di Comunanza, così come grande emozione ha suscitato la telefonata del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi.

Il primo cittadino, al quale ha rivolto alcune domande il governatore Frattura, ha ringraziato i volontari molisani, sottolineando “l’importanza dell’Italia dell’associazionismo”.

“La mia zona è simile al Molise – ha proseguito Pirozzi trattandosi di due aree simili per paesaggi e senso di appartenenza. Il Molise è una terra straordinaria e vera e vi prometto che sarò presto da voi, perché voglio ringraziare di persona chi è stato vicino ai nostri territori e cittadini”.

“Ci ha regalato un grande esempio – ha detto al telefono Frattura a Pirozziper quello che stai facendo. Noi ci siamo stati, ci siamo e ci saremo, per qualsiasi cosa il vostro territorio avrò bisogno”.

“Non ho fatto nulla di particolare – la replica di Pirozzi al governatore del Molise – perché quando ami il tuo territorio vai oltre. L’impegno politico e civile non può che nascere dall’amore e l’orgoglio per la propria terra. Dalle tragedie nascono anche cose positive e io, dopo questa esperienza, credo di essere diventato meno peggio di prima”.

La consegna delle pergamene è stata preceduta da un altro emozionante momento: il racconto di alcuni aneddoti dei due mesi di soccorsi nei territori colpiti dal sisma, dai quali è emerso quel senso di umanità e solidarietà propri di chi decide di dedicare, attraverso il volontariato, il proprio tempo, o parte di esso, agli altri.

Presente, per l’occasione, anche il consigliere comunale di Campobasso, Gianluca Maroncelli, in qualità di responsabile tecnico del polo formativo delle unità cinofile Campochiaro, che richiama ogni mese volontari da tutta Italia per gli stage formativi, curati dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Lazio e del Molise.

“L’attestato – ha concluso Frattura al momento della consegna – è un simbolo per dimostrare la nostra vicinanza alle associazioni di volontariato e, soprattutto, per esprimere il nostro grazie a chi ha dimostrato, ancora una volta, che il Molise esiste ed è abitato da persone dal cuore grande. Il sistema di Protezione Civile funziona, a dispetto di chi vuol far credere il contrario e che sarebbe stata smantellata, soltanto perché l’abbiamo riportata alla giusta dimensione”.

La galleria fotografica della consegna degli attestati di merito ai volontari delle associazioni di Protezione Civile

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.