FLASH

Più di otto ore per portare soccorso ai cani di Santo Stefano. Cibo e coperte per gli amici a quattro zampe, malore per un dipendente della Gener Service

canile_santo_stefano

Il Canile Santo Stefano poco prima dell’apertura

Una storia a lieto fine che per diverse ore ha, però, lasciato tutti con il fiato sospeso.

Dalle 9,30 di questa mattina sabato 7 gennaio, sotto una vera e propria tormenta di neve, i volontari del canile di Santo Stefano cercavano di trovare un varco per arrivare alla struttura. Ogni tentativo è risultato vano.

I cumuli di neve impedivano il passaggio. Pale e forza di volontà non sono stati, infatti, sufficienti per portare un po’ di sollievo ai circa 350 cani ospiti della struttura.

È stato necessario l’intervento di un bobcat della Sea, di un trattore e di una turbina. Non solo, dato che sono servite ore di lavoro affinché si potesse giungere al cancello di entrata, aperto intorno alle 18 di sera.

A Santo Stefano, insieme ai volontari e al personale Sea, si sono recati anche il sindaco Antonio Battista e l’assessore Alessandra Salvatore.

Nel momento dell’apertura dei cancelli, al quale ha fatto subito seguito il rifornimento di coperte e cibo per gli amici a quattro zampe, sembrerebbe che i cani stiano bene.

Qualche malore è stato, invece, avvertito da un dipendente della Gener Service, l’azienda che gestisce il canile. Probabilmente a causa del freddo al quale si è esposto l’uomo per diverse ore.

La situazione drammatica in cui versava l’ingresso della struttura, a causa di tutta la coltre bianca che ricopriva la strada per arrivare al canile, era stata già ampiamente documentata ieri, attraverso un video girato da alcuni volontari. Le immagini che riprendevano il loro percorso nella bufera sono apparse su Facebook per diventare ben presto virali.

Ora, nonostante la struttura sia stata raggiunta dai volontari non significa che l’emergenza sia rientrata.

Servono coperte e plaid. L’appello arriva dall’Apac, associazione protezione animali di Campobasso. Chiunque voglia donare o dare una mano all’associazione può contattare il 3924300588, mentre per chi volesse offrire aiuti per le cure, le cucce il cibo o i trattamenti sanitari può contattare la volontaria Chiara Bibbò al 338/7303334 o anche far fronte attraverso donazioni al seguente IBAN: IT20E0760105138244239944241.

Domani, – fa intanto sapere l’assessore Alessandra Salvatore nelle prime ore della mattina, i mezzi della Sea effettueranno nuovamente lo sgombero neve nella zona, per dar modo ai volontari di poter raggiungere il canile a partire dalle 8.30″.

fab.abb

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 9365 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.