FLASH

Troppi furti e la tabaccaia rinuncia alla vendita delle sigarette. C’erano una volta i paesi tranquilli dove ora nessuno lascia più le chiavi infilate nelle serrature

furtiTre furti subiti nel giro di pochi mesi hanno costretto una giovane tabaccaia di Fossalto a decidere di rinunciare alla vendita delle sigarette nel proprio esercizio commerciale. Una storia, quella della giovane ragazza del piccolo paese alle porte di Campobasso, simile a quella di molti altri commercianti del Molise, ma anche a quella di numerosi cittadini che, nelle proprie abitazioni, hanno subito furti.

Soprattutto nelle ore notturne dove, complice il buio, i ladri agiscono spesso indisturbati. Storie di vita che rappresentano la foto di un piccolo lembo di terra che sembra stia per perdere i connotati di  quella “regione tranquilla” conosciuta da tutti.

“Beati voi che avete ancora la fortuna di vivere in un posto così”. Quante volte abbiamo sentito pronunciare queste parole. Magari in una sera d’estate, dall’emigrato di turno, che torna al paese d’origine per pochi giorni l‘anno. Eppure,  l’era della chiave infilata perennemente nella serratura è terminata anche per i borghi molisani. Spesso composti da poche centinaia di anime, dove ognuno conosce il vissuto dell’altro e dove, il vicino di casa è reputato ancora uno di famiglia.

Purtroppo, però, non sono insolite le mattine in cui il risveglio delle piccole popolazioni del Molise è poco felice e tranquillo: la notte si rivela, troppo spesso, scenario di furti in case, garage, fattorie e aziende agricole. Tutto sembra far gola ai ladri che portano via non solo soldi liquidi, ma anche beni materiali e in alcuni casi, addirittura, il bestiame.

L’idea che in un anno, per più di una volta, delle persone sconosciute e con pochi buoni propositi possano irrompere nella propria abitazione, in uno dei momenti più intimi della giornata, come quello della notte, in cui tutti i componenti della famiglia sono sotto lo stesso tetto,  fa vivere tanti cittadini  in costante agitazione.  È questo il caso di diverse famiglie costrette a dotare le proprie abitazioni di allarmi ultramoderni, magari pur risiedendo in zone non periferiche, e di tanti ragazzi che hanno deciso, attraverso l’apertura di varie attività,  di investire il proprio futuro in Molise.

L’ansia e la preoccupazione, inoltre, è maggiore per chi ha un parente anziano, facile vittima di truffe telefoniche o porta a porta.  

E’ giunto, quindi, anche per gli abitanti del Molise il momento di prestare maggiore attenzione e dotarsi, ove possibile, di sistemi di sicurezza. Così come raccomandato spesso dalle Forze dell’Ordine proprio agli anziani è consigliato di non fidarsi degli sconosciuti e avvisare sempre Polizia o Carabinieri quando qualcuno avanza richieste di denaro contante.

ludo.col.

 

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 1745 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.