FLASH

“Noi e gli altri”, al via la rassegna cinematografica di Villa de Capoa. Sei serate al chiaro di luna nello splendido scenario del parco cittadino

L'assessore de Capoa tra il consigliere regionale Ioffredi e il regista Pommier

L’assessore de Capoa tra il consigliere regionale Ioffredi e il regista Pommier

È stata presentata a Palazzo San Giorgio la rassegna cinematografica “Noi e gli altri”, promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Campobasso e curata dall’associazione Molise Cinema.

A fare gli onori di casa l’assessore alla Cultura Emma de Capoa, la quale ha illustrato nel dettaglio le finalità della kermesse che rientra nel cartellone comunale degli eventi estivi “Serate d’agosto… a Campobasso” e che punta ad accendere un faro sulla diversità e sull’accettazione di noi stessi.

“Abbiamo voluto proporre un cinema verità – ha affermato l’assessore Emma de Capoa – un cinema sociale in cui saranno affrontate tematiche importanti e attuali, quali la salvaguardia dei diritti umani, la difesa dei più deboli, il contrasto ad ogni forma di violenza e discriminazione, il rispetto delle differenze, il difficile rapporto tra noi e il diverso da noi. Si è cercato di stimolare soprattutto nelle giovani generazioni, attraverso il linguaggio universale del cinema, la riflessione su quei temi che, in sostanza, hanno caratterizzato il percorso che, come assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità, ho intrapreso in questi due anni di mandato, percorso condiviso con il sindaco e l’intera amministrazione. Queste storie – ha concluso Emma de Capoa – raccontano drammi di ieri e di oggi e ci fanno comprendere come sia difficile e, nello stesso tempo, doveroso il cammino verso l’accettazione delle diversità”.

“Più che di una semplice rassegna si tratta di un viaggio cinematografico – le parole di Federico Vincelli Pommier, presidente dell’associazione Molise Cinema – composto da sei film uniti dall’attenzione alla diversità con cui ci confrontiamo tutti i giorni. Temi contemporanei quelli delle sei pellicole, italiane e straniere, scelte tra le migliori della stagione”.

L’assessore de Capoa ha ringraziato, per la partecipazione alla conferenza stampa, anche il consigliere regionale delegato alla Cultura Nico Ioffredi che si è soffermato sull’importanza di alcune tematiche, come l’accettazione dell’omosessualità di cui tratta la rassegna “Noi e gli altri”.

“Il legame tra due persone dello stesso sesso – le parole di Ioffredinon deve più passare per un evento che fa notizia, ma dovrebbe essere accettato come un fatto assolutamente normale”. 

Intanto questa sera alle ore 20,30, a Villa De Capoa, parte la rassegna cinematografica con il film “La pazza gioia”, di Paolo Virzì, con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti. Pellicola che ha ottenuto il Nastro d’argento come miglior film italiano del 2016.

Ci sarà inoltre la proiezione di “Bellissima”, di Alessandro Capitani, cortometraggio vincitore di MoliseCinema 2016 (concorso italiano).

La proiezione è preceduta da un incontro con Maurizio Di Rienzo, giornalista e critico (membro del Direttivo Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani), che introduce il film e i contenuti della rassegna. In caso di maltempo è previsto un cambiamento della programmazione, con lo spostamento de “La pazza gioia” a domani venerdì 19 a Villa De Capoa. In questo caso il film “Fuocoammare”, di Gianfranco Rosi, previsto per venerdì 19, sarà proiettato oggi presso l’Auditorium della Fondazione Molise Cultura.

Domani, venerdì 19 agosto, alle 20,30 è previsto l’incontro con Emilio Drudi membro del Comitato Verità e giustizia per i nuovi ‘desaparecidos’ del Mediterraneo e con Paolo Ricciardelli mediatore culturale dell’associazione “dalla Parte degli ultimi”, incontro che precede la proiezione, alle ore 21, del film “Fuocoammare” di G. Rosi, montaggio J. Quadri, con S. Pucillo,  M. Cucina,  S. Caruana, P. Bartolo. Premiato con l’Orso d’oro al festival di Berlino 2016.

Seguendo il suo metodo di totale immersione, Rosi si è trasferito per più di un anno sull’isola di Lampedusa scoprendo direttamente che cosa vuol dire vivere sul confine più simbolico d’Europa e raccontando i diversi destini di chi sull’isola ci abita da sempre, i Lampedusani, e chi ci arriva per andare altrove, i migranti. Da questa immersione è nato Fuocoammare: racconta di Samuele che ha 12 anni, va a scuola, ama tirare con la fionda e andare a caccia. Gli piacciono i giochi di terra, anche se tutto intorno a lui parla del mare e di uomini, donne e bambini che cercano di attraversarlo per raggiungere la sua isola. Ma non è un’isola come le altre, è Lampedusa, approdo negli ultimi 20 anni di migliaia di migranti in cerca di libertà. Samuele e i Lampedusani sono i testimoni a volte inconsapevoli, a volte muti, a volte partecipi, di una tra le più grandi tragedie umane dei nostri tempi.

Dopo il film ci sarà la proiezione del cortometraggio: “Respiro” di A. Brusa e M. Scotuzzi.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA ‘NOI E GLI ALTRI’

Giovedì 18 agosto

20.30 Incontro con il critico Maurizio Di Rienzo

21.00 La pazza gioia, di Paolo Virzì, con Valeria Bruni Tedeschi, Micaela Ramazzotti, 118′.

Beatrice e Donatella sono pazienti di Villa Biondi. È qui che si incontrano e fanno amicizia nonostante l’estrema diversità dei loro caratteri.

Nastro d’argento miglior film 2016

Preceduto dal corto Bellissima, di Alessandro Capitani.

Venerdì 19 agosto

20.30 Incontro con Emilio Drudi, “Comitato nuovi desaparecidos del Mediterraneo”

21.00 Fuocoammare, di Gianfranco Rosi, con Pietro Bartolo, Samuele Puccillo, 109′.

Attraverso la storia del dodicenne Samuele, Rosi racconta l’isola di Lampedusa e la tragedia delle migrazioni. 

Vincitore Orso d’oro al Festival di Berlino

Seguito dal corto Respiro, di A.Brusa, M.Scotuzzi.

Sabato 20 agosto

20.30 Incontro con l’associazione Ultraantirazzista

21.00 Race. Il colore della vittoria, di Stephen Hopkins, con Stephen James, Jason Sudeikis, 134′.

La storia di Jesse Owens che divenne leggenda nel 1936 quando, in piena politica di epurazione razziale di Hitler, vinse 4 medaglie d’oro alle Olimpiadi di Berlino.

Preceduto dal corto Due piedi sinistri, di Isabella Salvetti.

Lunedì 22 agosto

21.00 Carol, di Todd Haynes, con Cate Blanchett, Rooney Mara, 118’.

Ambientato nella New York degli anni 50, il film racconta la storia di due donne appartenenti ad ambienti molto diversi, travolte da una reciproca passione.

Presentato al Festival di Cannes

Preceduto dal corto Toutes nuanceés, di Chloe Alliez.

Martedì 23 agosto

21.00 Pecore in erba, di Alberto Caviglia, con Davide Giordano e Anna Ferruzzo, 87’.

Un film sull’ antisemitismo raccontato con un registro ironico e paradossale.

Presentato al Festival di Venezia

Preceduto dai corti Il silenzio, di Ali Asgari , Farnoosh Samadi e Ave Maria, di Basil Khalil.

Mercoledì 24 agosto

Ore 17.00  Laboratorio per bambini a cura di Susanna Mattiangeli, autrice del libro “Gli altri”.

Ore 21.00  Joy, di David O. Russel, con Jennifer Lawrence, Robert De Niro, 124’.

La storia turbolenta di una donna e della sua famiglia attraverso quattro generazioni: dall’adolescenza alla maturità, fino alla costruzione di un impero imprenditoriale che sopravvive da decenni. 

Golde Globe migliore attrice

Preceduto dai corti Madam Black, di Ivan Barge e Non senza di me, di Brando De Sica.

Ingresso gratuito. In caso di maltempo le proiezioni sono spostate presso la sede della Fondazione Molise Cultura (ex Gil).

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 5064 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.