FLASH

Artisti e cittadini ‘vis a vis’. Il Molise ospita l’arte che passa per la vita dei piccoli borghi

vis a vis

La conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa

ANDREA VERTOLO

È  iniziato il 5 agosto, puntuale da ormai cinque anni, il progetto di residenze per artisti ‘Vis à Vis’- Fuoriluogo’ che quest’anno, sotto la cura di Silvia Valente, vede la presenza dell’artista Federica Gonnelli nel Comune di Castelbottaccio e dell’artista Anna Maria Tina nel Comune di San Giuliano del Sannio.

Gli artisti, al termine della loro esperienza all’interno dei piccoli borghi molisani, lasceranno una traccia importante del loro passaggio, consegnando ai paesi ospitanti le opere d’ arte contemporanea  realizzate sulla base dei rapporti umani e delle sensazioni che ogni artista avrà con la gente del posto e con il territorio.

“Ciò che ne verrà fuori – ha spiegato Silvia Valente, nella conferenza stampa di presentazione di questa mattina, lunedì 8 agosto 2016 – sarà una mostra d’arte del tutto diversa dai soliti contesti, perché inserita all’interno dei Comuni che diventeranno essi stessi incubatori di arte contemporanea. Dopo cinque anni – ha sottolineato – possiamo dire di aver ottenuto importanti risultati sul turismo e, per questo, abbiamo cercato nuovi paesi che potessero ospitare il progetto, cercando di comprendere, nel tempo, un poò tutto il territorio regionale”.

Entrambe le artiste hanno una formazione accademica, Federica Gonnelli, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Firenze e Anna Maria Tina, laureata in pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Entrambe saranno ospitate dai relativi comuni fino al prossimo 26 agosto.

Oltre a essere impegnate nella realizzazione delle proprie opere, le artiste saranno protagoniste anche di diversi eventi collaterali come workshop e laboratori di arte per bambini, momenti certamente utili per avvicinarle alla comunità del paese accogliente.

“Nei contesti urbani nel quale ho spesso lavorato – ha dichiarato l’artista Anna Maria Tina – è sicuramente più semplice individuare le diverse criticità. In questi due giorni vissuti a San Giuliano del Sannio devo dire che non ho trovato situazioni difficili da poter rappresentare, nell’insieme mi è apparso di stare in un’ isola felice nella quale è forte il senso di comunità tra gli abitanti”.

Un buon imprinting con il territorio si deduce anche dalle parole dell’altra artista, Federica Gonnella ospite di Castelbottaccio. “L’obiettivo delle opere – ha evidenziato – è quello di raccontare i confini, non solo materiali ma soprattutto mentali delle persone. Sto cominciando a conoscere gli abitanti del paese per  avere quel legame fondamentale che mi permetterà di  raccontarlo al meglio”.

Soddisfazione è stata espressa anche dai due sindaci dei comuni protagonisti dell’iniziativa. “I nostri concittadini – le parole del primo cittadino di Castelbottaccio, Francesco De Lisio – sono molto curiosi di vedere come l’arte si possa avvicinare alla loro vita quotidiana”. Sulla stessa linea d’onda anche Angelo Codagnone, sindaco di San Giuliano del Sannio. “Sono convito – ha detto – che come oggi il nostro territorio sarà conosciuto al meglio dagli artisti, così domani l’intero Molise sarà conosciuto dagli italiani”.

A pronunciarsi sull’iniziativa, patrocinata dalla Regione Molise, anche il consigliere delegato alla Cultura, Nico Ioffredi. “Il sospetto che tali esperienze potessero essere considerate attività fine a se stesse c’era, per fortuna – ha sostenuto Ioffredi – non è stato così, perché di riscontri positivi ne abbiamo avuti tanti e la gente inizia a sapere che in Molise qualcosa c’è. La persone rispondono positivamente all’arte e i numeri registrati nelle diverse iniziative ci danno fiducia”.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 4263 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.