FLASH

A Campobasso l’incontro tra Frattura, Nagni, Battista, Perrucci e Gravina: nessuna deroga dalla Lega Pro, ma i lavori allo stadio prossimi all’appalto. Passaggio successivo: la convenzione, mai firmata, tra l’ente e il club rossoblù

Il nuovo manto erboso dello stadio di contrada Selva Piana nella foto postata su facebook dal presidente Giulio Perrucci

Il nuovo manto erboso dello stadio di contrada Selva Piana nella foto postata su facebook dal presidente Giulio Perrucci

L’occasione è stata l’inaugurazione della nuova sede della Figc Molise. Alla zona Industriale, si sono incrociati il governatore Frattura, l’assessore regionale Nagni, il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, il presidente del Campobasso, Giulio Perrucci, e il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina.

Argomento all’ordine del giorno: il possibile ripescaggio del Campobasso. Per l’ex patron del Castel di Sangro dei miracoli “sarebbe un onore per la serie C avere una piazza come quella del capoluogo molisano, ma sugli impianti non ci saranno deroghe”. Come dire: “Siete i ben accetti, ma sarà per l’anno prossimo”.

Negli stessi minuti in cui le parti in causa parlavano dello stadio “Romagnoli”, è arrivata l’ufficialità dal Comune di Campobasso sulla situazione dei lavori da effettuare e che saranno appaltati la prossima settimana,

“Approvato il progetto per il potenziamento e messa in sicurezza dello stadio di contrada Selvapiana”: così inizia la nota stampa.

“Lavori, per un importo di 800mila euro, concessi dalla Regione Molise, che permetteranno di riqualificare e potenziare, anche dal punto di vista dell’impiantistica e della prevenzione incendi, lo stadio. Con il finanziamento regionale – scrive il Comune di Campobasso – saranno anche installate telecamere di videosorveglianza, verranno ripristinati i fari delle quattro torri che illuminano il rettangolo di gioco e la sala GOS (Gruppo operativo sicurezza), verrà inoltre riattivata la centrale elettrica al servizio della struttura che permetterà di disputare incontri di calcio anche in notturna”.

Intanto, continueranno i lavori della Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo che sarà a breve riconvocata su richiesta dell’amministrazione comunale da parte del Prefetto di Campobasso.

“Nessuna chiusura dello stadio”, precisano dall’ente comunale: Commissione e Comune, infatti, lavorano alacremente per assicurare l’agibilità in tempi rapidi. Tant’è che bruciando i tempi, rispetto alle previsioni, oggi il progetto esecutivo sottoposto dall’assessore ai Lavori Pubblici, Pietro Maio, al vaglio della giunta Battista è stato approvato in via definitiva.

Tocca ora alla struttura tecnica indire le relative gare d’appalto e procedere, di conseguenza, all’aggiudicazione dei lavori da 800mila euro.

Sembrerebbe che già la prossima settimana i lavori saranno appaltati. Occorre attendere, quindi, i tempi burocratici, che sicuramente non consentiranno il risolversi della situazione entro il 26 luglio, data imposta dalla Lega Pro per le domande di ripescaggio. Sembra, dunque, in dirittura d’arrivo il risolversi della situazione relativa allo stadio, anche relativamente alla convenzione tra il Comune di Campobasso e il Campobasso Calcio, che in questi tre anni non è stata mai firmata, passo indispensabile e che rientra nell’ottica dell’esternalizzazione al privato di tutti gli impianti sportivi cittadini. Una firma che consegnerà la gestione direttamente al club rossoblù e che si è preferito sempre rinviare, anche per via della questione dell’agibilità in deroga, che per trent’anni ha visto la responsabilità degli eventi sportivi sempre in capo al primo cittadino.

“L’amministrazione comunale – conclude la nota – coglie l’occasione per ringraziare il Prefetto di Campobasso e la Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo per il lavoro finora svolto”.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.