FLASH

Dacca, molisana salva per miracolo. Pochi minuti prima degli spari era nel locale dell’orrore

Sono nove le vittime accertate nell’attentato terroristico in Bangladesh. Almeno venti i civili uccisi nell’assalto jihadista nel locale di Dacca, dove ieri sera un commando di terroristi islamici ha preso in ostaggio almeno 35 persone e ucciso due poliziotti. Quando le teste di cuoio hanno fatto irruzione nel locale hanno trovato donne e uomini in pozze di sangue. “Chi non sapeva recitare i versi del Corano è stato torturato”, ha raccontato uno degli ostaggi.

A scampare, per pochi minuti al terribile e violento attentato anche una donna di Castellino del Biferno, Lina Giarrusso. La 55enne, insieme a un altro molisano scampato all’attentato, Mario Palma di Montenero di Bisaccia è, infatti, dipendente dell’ambasciata e da anni risiede a Dacca.

La donna abita proprio nelle immediate vicinanze del locale preso d’assalto e poco prima era stata lì per acquistare del pane. Il tempo di far rientro in casa e ha sentito gli spari.

A raccontarlo a telefono, in un servizio andato in onda al Tg1, è la sorella Adele, che ieri sera appresa la notizia si è subito messa in contatto con Lina. Appena il tempo di sapere che stava bene, poi è caduta la connessione internet e la “notte – dice – è stata davvero lunga”.

“Il quartiere è blindato. È come se ci fosse la guerra, anzi c’è la guerra”, racconta la donna al telegiornale nazionale, mentre la voce tradisce la preoccupazione per la sorella e anche la gioia nel sapere che non è tra le vittime.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.