FLASH

I lupi sfidano i leoncelli: Campobasso e Jesina giocano per i playoff sul campo liberato dalla neve dai tifosi. Duecentesima gara in rossoblù per Todino

L'allenatore Massimiliano Favo

L’allenatore Massimiliano Favo

ANDREA VERTOLO

Uno scontro diretto per un posto nei playoff, così si presenta la sfida tra il Campobasso e la Jesina.

La squadra leoncella, che precede in classifica i lupi d’un solo punto, ha costruito la sua posizione, soprattutto, sul campo del ‘Cariotti’, mentre ha faticato spesso in trasferta.

L’obiettivo dei marchigiani sarà, dunque, quello di portare punti pesanti a casa, dando una sterzata a questo trend negativo.

Il Campobasso, dal canto suo, dovrà dimostrare di aver consolidato i progressi visti nelle ultime partite. La sconfitta immeritata di San Benedetto del Tronto, in fondo, grida ancora vendetta.

Sulle insidie che offre questa difficile gara casalinga, ne ha parlato il trainer dei rossoblù Massimiliano Favo il quale, durante la consueta conferenza stampa post rifinitura, svoltasi sul campo sportivo di Bojano, per permettere lo sgombero della neve sul rettangolo del “Romagnoli”, ha affermato: “Dobbiamo avere molto rispetto di una squadra che un punto in più di noi. In questi giorni – ha proseguito il tecnico dei lupici siamo allenati bene, ma sempre sul sintetico. Probabilmente troveremo un campo molto bagnato, che non ci consentirà di giocare a calcio così come abbiamo fatto a San Benedetto del Tronto. In ogni caso, abbiamo un risultato solo: vincere per superare una diretta concorrente”.

Sulla forza della formazione marchigiana, Favo non ha dubbi: “La Jesina – le sue paroleè una squadra che si è migliorata nel tempo, grazie a diversi rinforzi. È un collettivo che cerca di giocare a calcio, quindi, credo che anche per loro ci sarà il problema legato alla pesantezza del campo”.

Favo riconfermerà Grillo tra i pali, davanti al quale agiranno Ferrani e Gattari, supportati da Raho e Lenoci. Dovrebbe partire dalla panchina Corbo, fresco di convocazione nella nazionale azzurra dilettanti Under 18. In mediana opereranno Grazioso, Lanzillotta e Rinaldi. Nel tridente ci saranno Todino, che sarà omaggiato prima della partita per le duecento presenze in rossoblù, l’ex di turno Gabrielloni Tascini.

A Campobasso – le parole del team manager della Jesina, Gilberto Focanti, sul sito ufficiale del club marchigiano non sarà facile, è un campo ostico. I molisani sono una squadra molto attrezzata, costruita per i primi posti; hanno cambiato allenatore e acquistato Alessandro Gabrielloni che oggi sfiderà il suo passato. Proveremo a fare punti sicuramente e a smuovere la classifica in trasferta. Ce la metteremo tutta per regalare soddisfazioni ai nostri tifosi. Come sempre l’unione tra società, staff tecnico e squadra è la nostra forza. Voglio fare un plauso a tutti i componenti del club biancorosso, perché ognuno lavora ogni giorno per il bene di questa maglia e di questa città”.

L’incontro Campobasso-Jesina è fissato per domenica 24 gennaio 2016 alle ore 14,30 e sarà diretto da Luca D’Aquino della sezione di Roma 1, coadiuvato dagli assistenti Marco Belsanti della sezione di Bari e Roberto Filannino della sezione di Barletta.

Allo stadio di contrada Selva Piana si giocherà, grazie a una ventina di tifosi che negli ultimi giorni hanno aiutato i dirigenti rossoblù a liberare il campo dalla neve, caduta copiosa sul capoluogo molisano lo scorso fine settimana.

Le partite della ventunesima giornata di serie D girone F:

Fano – Isernia

Avezzano – Chieti

Campobasso – Jesina

Castelfidardo – Sambenedettese

Giulianova – Olympia Agnonese

Fermana – San Nicolò

Matelica – Folgore Veregra

Monticelli – Recanatese

Vis Pesaro – Amiternina

comments

Tag: ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 8331 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.