FLASH

L’ex assessore Scarabeo torna nell’aula del Consiglio regionale e chiede l’istituzione di una commissione per fare chiarezza sulle indagini a suo carico. Frattura intanto si rivolge a Petraroia: “Ripensaci”

consiglio_regionaleTorna in aula l’ex assessore regionale Massimiliano Scarabeo che rimise la delega a seguito dell’arresto della Guardia di Finanza, con l’accusa di truffa ai danni della Regione Molise, lo scorso mese di giugno. Scarabeo è tornato questa mattina, martedì 12 gennaio 2016, a sedere tra i banchi dell’aula di Palazzo Moffa come consigliere, dopo la revoca della misura del divieto di dimora da parte del Giudice per le Indagini Preliminari di Isernia.

Un rientro, quello dell’ex esponente della Giunta Frattura, che non è passato inosservato, dato che lo stesso ha chiesto l’istituzione di una “commissione d’indagine composta dai consiglieri della minoranza per stabilire la verità dei fatti”. Si tratta di una proposta avanzata affinchè si possa “arrivare a conoscere la verità e capire, – ha sottolineato in aula Scarabeo – se le accuse nei miei confronti siano state fondate o solo un mero tentativo per screditarmi politicamente e umanamente”.

Il presidente del Consiglio, Vincenzo Cotugno, sospende l’assise regionale e convoca l’ufficio di presidenza per pronunciarsi sulla procedura da adottare. La decisione però, secondo Scarabeo e la consigliera Lattanzio spetta al Consiglio. Intanto, dall’ufficio di presidenza fanno sapere come lo stesso Scarabeo debba provvedere a effettuare una richiesta scritta sulla quale si esprimerà la conferenza dei capigruppo.

Intanto, in via IV Novembre anche il vice presidente Michele Petraroia è tornato a sedere tra le fila dei semplici consiglieri dopo aver rimesso ufficialmente le proprie deleghe nelle mani del governatore Frattura, il quale nel frattempo gli ha chiesto di tornare sui suoi passi.

“Anche questa tua scelta, – ha detto Frattura – che di certo non vivo, anzi, ritengo non viviamo senza una particolare partecipazione, va intesa come uno slancio di generosità e rispetto nei riguardi della Regione e, in particolare, del Pd. Michele hai fatto la tua scelta, mi piace pensarla momentanea, perciò ti chiedo di ripensarci. Attendo – ha proseguito – un confronto diretto e serrato, come abbiamo sempre fatto, per capire se nei fatti riusciamo a rivedere questa tua posizione”.

“Trovo giusto – ha poi concluso  Frattura durante i lavori in via IV Novembre –, che l’Aula conosca la situazione: abbiamo una Giunta con due assessori, un confronto con Michele Petraroia è fondamentale”.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 6706 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.