FLASH

Iafigliola non è più il presidente del Consiglio comunale: al suo posto Colarusso, Ramundo o un consigliere del “Molise di tutti”. Possibile un allargamento della Giunta senza ulteriori oneri per le casse dell’ente

L'ormai ex presidente del Consiglio comunale, Sabino Iafigliola

L’ormai ex presidente del Consiglio comunale, Sabino Iafigliola

GIUSEPPE FORMATO

Le voci che si rincorrevano da alcuni giorni nei corridoi di Palazzo San Giorgio sono state confermate questa mattina, mercoledì 18 novembre 2015, quando il presidente del Consiglio comunale, Sabino Iafigliola, eletto numero uno dell’assemblea il 7 luglio 2014, ha protocollato le sue “irrevocabili dimissioni”.

L’esponente dei “Popolari per l’Italia”, però, non ha motivato la sua decisione di tornare a esercitare il ruolo di semplice consigliere comunale, perché ha convocato una conferenza stampa. L’appuntamento è in programma domani, mercoledì 19 novembre, alle 11 nella sala Mancini del Municipio.

C’è attesa di conoscere le motivazioni che lo hanno spinto a una decisione così importante, così si attende di sapere se Iafigliola continuerà a far parte della compagine di maggioranza, oppure se, dopo aver lasciato l’organo super partes e imparziale dell’assemblea cittadina, passerà tra i banchi delle opposizioni.

Il sindaco Antonio Battista, comunque, non sarebbe stato preso alla sprovvista, perché Iafigliola aveva già fatto trapelare la sua decisione di lasciare lo scranno, occupato nella precedente legislatura dall’attuale assessore Sabusco.

Il primo cittadino, già da alcune settimane, infatti, starebbe lavorando per ritrovare gli equilibri della maggioranza e la nuova elezione del presidente del Consiglio comunale potrebbe facilitare il compito di ritrovare la giusta sintesi tra le forze di governo.

Sull’agenda di Battista, infatti, ci sarebbe anche un possibile allargamento della Giunta comunale, sembrerebbe senza ulteriori oneri per le casse dell’ente, o quanto meno un azzeramento con redistribuzione delle deleghe, in attesa della scadenza di metà mandato.

Altro appuntamento importante per l’amministrazione è il rinnovo delle cariche della municipalizzata Sea, che sarebbe in dirittura d’arrivo.

Sarebbero in pole position, per rilevare il posto di Sabino Iafigliola, l’altro rappresentante dei “Popolari per l’Italia”, Pasquale Colarusso, in questa legislatura già presidente della Commissione commercio, mentre nella precedente assessore alle Attività Produttive, e il piddino Stefano Ramundo, il quale attualmente è consigliere delegato alla raccolta differenziata. Questi sarebbero i nomi più gettonati, ma non è da escludere la possibilità di un outsider, che potrebbe rispondere al nome che potrebbe essere proposto dai gruppi “Molise di tutti” e Italia dei Valori.

Il sindaco Battista, in queste ore, starebbe riflettendo sulle prossime mosse, finalizzate a ristabilire tutti gli equilibri tra coloro che sono stati chiamati dai cittadini a governare nel lustro 2014 – 2019.

Intanto, domani, mercoledì 19 novembre 2015, è in programma il Consiglio comunale, convocato in seduta straordinaria e urgente, sulla rinegoziazione dei mutui assunti con cassa depositi e prestiti, strumento con il quale gli enti interessati possono gestire attivamente il debito, rimodulando la propria posizione debitoria.

I RINGRAZIAMENTI DELL’ASSESSORE SALVATORE COLAGIOVANNI

 

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 8368 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.