FLASH

Stati generali della sicurezza stradale, Colagiovanni a Roma in rappresentanza del Comune: “Prevenzione per non versare più sangue sulla strada”

6

L’assessore Colagiovanni presente agli Stati generali della sicurezza stradale

Il Comune di Campobasso presente a Roma, all’auletta dei gruppi parlamentari, poco distante dalla Camera dei deputati, per partecipare agli ‘Stati generali della sicurezza stradale’. A rappresentare l’ente, l’assessore alla Polizia Municipale, Salvatore Colagiovanni.

Organizzato dalla Fondazione ‘Luigi Guccione’, ente morale insignito di medaglia dal Presidente della Repubblica, il momento di confronto ha anticipato la ‘Giornata Mondiale in Memoria delle Vittime della Strada’, che ricorre domenica 15 novembre 2015, istituita nel 1995 e dal 2005 adottata anche dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Partecipanti d’eccezione hanno relazionato ai presenti, provenienti da tutta l’Italia. Tra questi, Cosimo Maria Ferri, sottosegretario del Ministero della Giustizia; Silvia Bruzzone, responsabile per le statistiche sull’incidentalità stradale dell’Istat; Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Aci. Non sono mancati gli interventi di diversi deputati, nonché di avvocati, ingegneri, medici e psicologi.

Tra i saluti, seppur a distanza, quello di Jean Todt, ex ad di Ferrari, attuale presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile, nonché ambasciatore della sicurezza dell’Onu.

La Fondazione ‘Luigi Guccione’ ha consegnato all’assessore Colagiovanni il ‘Dizionario della Sicurezza Stradale’. A dieci anni dalla prima edizione del dizionario, le vittime della strada sono diminuite del 54,1%: dai 6.122 ai 3.330, secondo l’ultimo dato ufficiale del 2014.

Ciò che emerso dall’incontro è stata l’importanza della prevenzione, che può essere perseguita attraverso una manutenzione programmata delle strade. La sicurezza viaria è la base per la riduzione degli incidenti stradali.

La proposta, così, della costituzione di un gruppo interparlamentare sulla sicurezza stradale, implementata con competenze sociali e tecnico-scientifiche nuove, che possa lavorare in collaborazione con una “governance” della sicurezza stradale, attraverso un’Agenzia nazionale o un Sottosegretariato a livello centrale e un ufficio dedicato a livello locale, sotto la responsabilità del sindaco.

Le risorse finanziarie – è emerso dall’incontro – ci sarebbero, perché lo Stato e gli enti locali da multe, IPT, bollo auto, 10,50% di Rc Auto incassano circa 15mila milioni di euro. Gruppi di lavoro a Roma, così nelle province potrebbero lavorare in tal senso: la predisposizione di progetti per le strade, ognuno secondo le sue competenze, ma anche per organizzare incontri a livello locale per sensibilizzare i cittadini sulla sicurezza stradale.

“È stato evidenziato – le parole dell’assessore alla Polizia Municipale del Comune di Campobasso, Salvatore Colagiovanni – come sia ingiusto gettare la croce addosso ai sindaci e agli amministratori locali, che hanno dovuto subire passivamente i tagli del governo centrale, pur avendo dovuto garantire tutti quei servizi per i quali i cittadini pagano le tasse. Per questo motivo, si può ripartire con un continuo confronto tra il Governo centrale e gli enti locali”.

“Un incontro interessante – ha spiegato l’assessore Salvatore Colagiovanniche ha messo in luce un problema grande e che, purtroppo, ancora irrisolto: quello della mortalità sulle strade. E chi come il Molise avverte questo problema, anche se c’è da dire che nella nostra regione si lavora sulla questione. Parlando del capoluogo, i lavori effettuati sulla viabilità cittadina, di nostra competenza, sono stati indirizzati proprio a tal fine, quello di implementare il livello della sicurezza. Basta pensare all’asfalto laddove necessario, alle strisce pedonali, anche quelle, in via sperimentale, in betonella, alle barriere ai marciapiedi, ai semafori intelligenti. Dall’incontro è emerso un concetto importante: la messa in sicurezza delle strade ha un costo. Per questo motivo, un fattore importante per contemperare il doppio bisogno della sicurezza e del risparmio è quello della manutenzione. Prevenire è meglio che curare è stato sottolineato, così come la manutenzione costa molto meno della ricostruzione. L’obiettivo – è stato evidenziato – è quello di intervenire con maggiore frequenza, come del resto negli obiettivi della nostra amministrazione. Tra gli argomenti trattati, c’è quello della pericolosità dei cartelloni pubblicitari, ma anche in questo caso l’amministrazione è attenta e vigila contro la cartellonistica irregolare. Anche in questo caso, una quota parte percentuale di incidenti stradali deriva dalla distrazione di leggere le offerte pubblicitarie. Gli agenti della Polizia Municipale di Campobasso – ha chiosato l’assessore Colagiovanni – quotidianamente sono impegnati nel controllare gli automobilisti, che spesso sono distratti alla guida da tanti fattori. In primis, c’è l’utilizzo di smartphone e tablet. Vi assicuro che questo è uno di quei controlli più importanti, visto che su tutto il territorio italiano sono migliaia gli incidenti causati dalla distrazione alla guida per l’utilizzo del telefono”.

 

comments

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.