FLASH

“Dammi i soldi sennò ti denuncio per l’aborto clandestino”. In quattro ai domiciliari a Termoli e Vasto per una tentata estorsione ai danni di un ginecologo

carabinieri termoliQuattro termolesi, due uomini e altrettante donne, sono stati arrestati dal Nucleo Antisofisticazione dei carabinieri di Pescara, in collaborazioni con i militari dell’Arma di Vasto e Termoli. L’accusa per la banda di malviventi è di estorsione in concorso ai danni di un ginecologo.

I fatti risalgono a un anno fa, quando una delle due donne avrebbe iniziato a chiedere al professionista abruzzese, “con metodi aggressivi” come si evince dalla nota stampa dei Nas di Pescara, cospicue somme di denaro, in cambio di non denunciare un presunto aborto clandestino praticatole dal medico nel suo studio. Un intervento che – è stato appurato nel corso delle indagini – non era mai avvenuto. A supportare la donna, le altre tre persone, complici della tentata estorsione.

L’attività investigativa, coordinata dalla procura di Vasto, ha permesso di ricostruire l’intera vicenda, scagionando il professionista, nei confronti del quale era stata sporta anche una denuncia per aborto clandestino, e portando ai domiciliari a Vasto e Termoli le quattro persone.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.