FLASH

Oltre 35mila le presenze durante ‘Vivi la tua Città’: gli assessori Colagiovanni, Chierchia, Salvatore e de Capoa hanno tracciato il bilancio dell’evento. Nel 2016 cambieranno nome e format della manifestazione di fine estate

La conferenza stampa di bilancio di 'Vivi la tua Città'

La conferenza stampa di bilancio di ‘Vivi la tua Città’

Oltre trentacinquemila presenze: questo il dato fornito nella conferenza stampa, a Palazzo San Giorgio, durante la quale gli assessori comunali Salvatore Colagiovanni, Bibiana Chierchia, Alessandra Salvatore ed Emma de Capoa hanno tracciato il bilancio (di gran lunga positivo) sulla manifestazione ‘Vivi la tua Città’, che sabato 12 settembre 2015 ha illuminato il centro e il borgo antico di Campobasso.

“Il risultato è sotto gli occhi di tutti – ha esordito un galvanizzato Salvatore Colagiovanni –, aggiungereianche dei più scettici. Abbiamo condensato in una serata lo sport, l’enogastronomia, il commercio, gli spettacoli e tutte altre attività che si sono viste in ogni angolo del cuore di Campobasso. Personalmente, penso già al prossimo anno, quando prevedo di incentivare e integrare ancor di più il commercio e con l’assessore Alessandra Salvatore stiamo studiando un nuovo format di un evento che cambierà il nome. Mi dispiace per qualche negozio in via Roma che ha deciso di restare chiuso durante la manifestazione, in una zona che è stata molto frequentata. ‘Vivi la tua Città’ è servita, non solo per far trascorrere una serata ai nostri concittadini all’insegna del divertimento e della spensieratezza, anche per immaginare un capoluogo con una viabilità diversa. Penseremo nei prossimi mese a un piano urbanistico e della mobilità differente, sulla falsariga di quello di Benevento, dove non è possibile parcheggiare nel centro storico e nel centro cittadino ci sono percorsi alternativi, pur di evitare il traffico selvaggio nel cuore della città. Non è possibile, ad esempio, vedere auto parcheggiate nel centro storico sin davanti la porta di casa”.

L’assessore alle Attività Produttive, Salvatore Colagiovanni, archiviata la manifestazione, la cui organizzazione è stata avviata nel mese di luglio, già pensa al mese di dicembre. “Sul Natale ci scommettiamo – le sue parole – e già stiamo pensando a una illuminazione ancor più bella del 2014. Approfitto dell’occasione per ringraziare la Confesercenti provinciale e il suo presidente Pasquale Oriente, che ha collaborato a ‘Vivi la tua Città’ e per invitare la cittadinanza a essere più collaborativa. La città va vissuta e non è il capoluogo ad avere i difetti, ma alcuni suoi cittadini”.

“È stata una giornata di festa per tutti – l’intervento dell’assessore alle Politiche Sociali, Alessandra Salvatore –, durante la quale anche i richiedenti asilo si sono molto divertiti. Con quest’ultimi abbiamo ripulito alcuni muri di via Roma e questa loro azione li ha fatti sentire parte integrante della città. Serata spettacolare anche al Castello Monforte, fortezza rivitalizzata grazie alla nuova gestione con la Rete di Salute Mentale e al contributo della cooperativa Laboratorio Aperto. In Piazza Pepe abbiamo avuto i ballerini dei centri sociali per anziani, i bambini a viale Elena con gli eventi sportivi. È stato uno spettacolo per gli occhi. Abbiamo pensato, inoltre, insieme al divertimento, a sensibilizzare, la popolazione sulla ludopatia e sul bere responsabile. Uno degli stand più visitati è stato quello degli alimenti per celiaci, riuscendo a inserire nel contesto anche uno spazio per questo attualissimo problema, che attanaglia molti cittadini”.

Presente all’incontro con la stampa anche l’assessore allo Sport e alla Cultura, Emma de Capoa, la quale ha sottolineato il risultato raggiunto in una bellissima serata: “Al di là di ogni critica, non si può non mettere ancora una volta il risalto i numeri di questa manifestazione. Abbiamo avuto un boom di presenze in ogni angolo del centro cittadino. E, inoltre, per una serata abbiamo dimenticato i problemi della quotidianità, dando anche un segnale per il rilancio del micro e macro commercio, in un periodo particolarmente difficile per tutti gli operatori commerciali”.

“Un applauso all’assessore Colagiovanni – la chiusura del vice-sindaco Bibiana Chierchia – che ha voluto fortemente questa manifestazione, che ha visto coinvolte tutte le forze: economiche, sociali e associative. Vorrei sottolineare il lavoro che l’associazione ‘Cuore non mente’ ha effettuato sulla scultura di Marotta in Piazza Musenga, dove con l’aiuto dei giovani è stato ripulito un monumento, troppo spesso, oggetto dei vandali. Abbiamo deciso di far restituire alla città quella scultura che Marotta regalò al capoluogo da parte di coloro che frequentano la piazza retrostante il Municipio, per un senso di maggiore responsabilità da parte di chi sarà il futuro della nostra comunità. In questa città succedono cose – ha proseguito l’assessore all’Urbanistica, parafrasando un dialogo di Corto Maltese su Venezia – e le persone lo vivono il nostro capoluogo. La città è di tutti e tutti ne siamo responsabili. A Piazza Cuoco – ha concluso la Chierchia, che ha pubblicamente ringraziato Francesco de Bernardo e Giovanna Viola – proseguirà nelle prossime settimane il restauro del totem di arte collettiva del maestro Mario Serra e dei ragazzi di Laboratorio Aperto”.

‘Vivi la tua Città’, dunque, va in pensione dopo il grande successo delle edizioni 2014 e 2015: la manifestazione nel 2016 cambierà nome e, leggermente, anche il format. E non è da escludere che sarà un evento firmato soltanto dal Comune di Campobasso.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.