FLASH

L’ex Governatore Iorio al vetriolo contro Frattura: “Un governo talebano, che semina distruzione”. È l’ennesimo scaricabarile sui problemi della regione. Da CBlive la proposta: “Perché non si guarda al futuro?”

La conferenza stampa di Michele Iorio

La conferenza stampa di Michele Iorio

GIUSEPPE FORMATO

“È un governo talebano”: ha usato parole forti l’ex Governatore Michele Iorio nella conferenza stampa tenutasi questa mattina, venerdì 23 gennaio 2015, nella sala riunioni del Consiglio regionale, in riferimento “all’abilità del Presidente Frattura di distruggere quanto di buono è stato fatti negli anni scorsi”.

“Frattura farebbe bene – ha affermato il consigliere regionale del centrodestra – a presentarsi in Consiglio regionale con la Giunta azzerata, verificare i numeri della sua maggioranza, spiegare su chi poggia e, infine, informare tutti delle sue intenzioni sul futuro del Molise. L’esecutivo non carbura – il pesante attacco di Iorio – e Frattura prova a mantenere in piedi un equilibrio inesistente. Nella maggioranza non esiste una voce univoca”.

“Siamo in un periodo di crisi, contraddistinto da tante emergenze in tutto il Molise – ha proseguito Iorioe quest’ultime vengono gestite con atti non idonei alla risoluzione dei problemi. Penso alla Gam, allo Zuccherificio e all’Ittierre: per tutte e tre le aziende si sta procedendo in una direzione confusa, senza un progetto che possa arrivare alla tanto sperata soluzione. Sulla Gam si sta perdendo tempo e credo che la Regione Molise un investimento avrebbe potuto farlo un anno fa con i fondi Fas, mettendo in condizione i privati di conoscere le intenzioni del socio pubblico sul futuro dell’azienda. L’Ittierre è stata abbandonata a se stessa, nonostante arriverà il giorno in cui occorrerà onorare l’impegno finanziario di ben 12 milioni di euro, relativi alla garanzia fideiussoria”.

Il consigliere regionale del centrodestra, che ha guidato la Regione Molise per 12 anni, attacca l’attuale numero uno di Palazzo Vitale sulla questione autostrada: “Frattura ha cancellato l’unica possibilità di sviluppo del Molise, rappresentata dalla grande opera che sarebbe stata l’autostrada. E, tra le altre cose, è stata una decisione presa dalla Giunta regionale senza passare per il Consiglio. Ha rimodulato i fondi del primo lotto per la progettazione della metropolitana leggera. Le due delibere di Giunta del 30 dicembre 2014, con le quali sono stati ridistribuiti i fondi destinati all’autostrada, vanno revocate. Il Molise è l’unica regione d’Italia che chiede la cancellazione dell’autostrada per consentire progetti di poco conto. Farò arrivare al premier Renzi una relazione, al fine di spiegargli cosa sta combinando il governo di centrosinistra alla Regione Molise”.

Si è assistito, in pratica, questa mattina all’ennesima conferenza stampa di lanci d’accuse che, vista la situazione di crisi cui versa la regione, può interessare poco ai cittadini molisani, i quali al contrario cercano risposte concrete alla disoccupazione dilagante in Molise e a tutti i problemi che, evidentemente, hanno radici che vanno indietro negli anni. Dalla nostra testata, così, lanciamo una proposta: basta con lo scaricabarile. Perché non si volta pagina e si pensa al futuro, per restituire dignità ai molisani?

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 4868 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.