FLASH

Eternit killer: un cittadino denuncia al Wwf Molise ben 400 metri quadri di amianto sul tetto di 2 capannoni di proprietà della Comunità Montana ‘Trigno-Medio Biferno’

Amiano Montefalcone

MARIA CRISTINA GIOVANNITTI

Per definizione la Comunità Montana è un ente locale che nasce per lo sviluppo montano e per valorizzare il territorio dei comuni che ne fanno parte. In questo caso sotto la lente d’ingrandimento c’è la Comunità Montana ‘Trigno – Medio Biferno’ che a quanto pare non ha avuto l’occhio vigile all’ambiente ed in particolare alla situazione di criticità presente in località Castellana nel comune di Montefalcione del Sannio, in provincia di Campobasso.

Lì infatti ci sono ben due capannoni, ognuno di circa 400 metri quadri, ricoperti da un tetto di amianto in malora che risulta di gran rischio per la salute degli abitanti. Un cittadino, allarmato da una situazione rischiosa ed evidente ad occhio nudo, ha denunciato il tutto al Wwf Molise che, compiuto un sopralluogo, ha inteso il grave rischio.

Ma a chi imputare la non bonifica di questi due capannoni di Montefalcione? Ebbene il ‘fattaccio ambientale’ è stato segnalato dal Wwf Molise al Comune che ha passato la patata bollente ai proprietari delle strutture ovvero la Comunità Montana ‘Trigno – Medio Biferno’ che negli anni 1980 fece costruire queste enormi stalle per il bestiame. Da anni però i capannoni giacciono in stato di abbandono, oltre che evidentemente danneggiati nella loro copertura in amianto. L’amministrazione di Montefalcione del Sannio ha inviato una nota all’Arpa Molise invitandola a verificare la criticità della situazione e ad imputare poi la bonifica ai proprietari.

Ricordiamo come l’eternit, amianto e cemento, diventa gravemente tossico proprio quando è in malora, sprigionando una fibra killer che, respirata, è fonte di mesoteliomi polmonari maligni ed altri tipi di carcinoma. Con il caso di Montefalcione torna la strigliata al Molise già bacchettato da Legambiente perché carente, insieme alla Puglia, di un piano di bonifiche, unica vera salvezza per contrastare il problema.

Eppure, secondo i dati Istat, le Regioni spendono per il tema di prevenzione una media di 72 euro ad abitanti ma, considerando che il Molise non ha mappature e quindi non bonificano ci si chiede questi soldi come vengono usati?

Quella fetta di Molise che non ama la natura si sveglia questa mattina con una nuova nota di demerito: a Sesto Campano, in località Carrera, è stata trovata una discarica abusiva a cielo aperto.

I carabinieri di Isernia hanno compiuto un blitz questa mattina, 21 gennaio, ed hanno trovato rifiuti speciali, come solventi e flaconi, gettati senza autorizzazioni da 4 società edilizie. Denunciati i 4 proprietari: un uomo di Afragola di 47 anni, un 50enne di Venafro e due uomini di Piedimonte Matese, rispettivamente di 28 e 42 anni.

Copertura in amianto sulle stalle di Montefalcione del Sannio

Copertura in amianto sulle stalle di Montefalcione del Sannio

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.