FLASH

Tensione alta per la protesta dei migranti senza permesso di soggiorno. I manifestanti bloccano la strada statale ‘venafrana’ per due ore

DSC_0710_w_3Senza il visto che regolarizza la loro presenza in regione, i 107 migranti ospiti della struttura di Monteroduni, nell’isernino, temono di venire espulsi dal Molise perché clandestini. Di loro, solo sette persone hanno ricevuto un regolare permesso di soggiorno. Cosi questa mattina, 12 gennaio, in forma massiccia hanno organizzato una protesta eclatante: dalle ore 8.30 per quasi due ore hanno bloccato la Strada Statale 85 ‘venafrana’ ovvero quella che collega Isernia a Venafro.

Un disagio non da poco per un orario di punta che ha creato molti problemi con il traffico in tilt ed i pendolari in netto ritardo, tra studenti e soprattutto lavoratori inferociti. Allertati i dipendenti dell’Anas e le Forze dell’Ordine che sono arrivate in tenuta antisommossa. Nel corso della protesta ci sono stati momenti concitati ma subito rientrati senza nessuno scontro effettivo. I manifestanti hanno terminato il blocco della statale intorno alle 10.30 minacciando, però, di ripetere lo sciopero per lunedì 19 gennaio, qualora non avranno tutti il permesso di soggiorno.

All’indomani della strage di Charlie Habdo che porta con sé la conseguenza di aumentare le diffidenze, una manifestazione come questa avvenuta stamane sulla venafrana rischia di rendere profondo il divario sociale tra i migranti e la popolazione in loco.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 4308 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.