FLASH

Telemolise, serata di gala per la presentazione del calendario della redazione sportiva. Un bagno di folla così come la festa delle mille puntate di ‘Domenica Sport’

La presentazione del calendario di Telemolise: Antonio Di Lallo con Quintino Pallante, il sindaco Antonio Battista ed Erica Mastropietro

La presentazione del calendario di Telemolise: Antonio Di Lallo con Quintino Pallante, il sindaco Antonio Battista ed Erica Mastropietro

La redazione sportiva di Telemolise ancora protagonista di una serata di gala: la presentazione del calendario della testata giornalistica sportiva, dopo la grande festa per le mille puntate di Domenica Sport, trasmissione domenicale ideata, diretta e condotta dal direttore Antonio Di Lallo.

A distanza di sette giorni ancora un bagno di folla per la serata organizzata al Coriolis e irradiata in diretta al canale 11 e al 112 del digitale terrestre e che è possibile rivedere cliccando sul link. LA TRASMISSIONE DELLA PRESENTAZIONE DEL CALENDARIO

Le mille puntate di Domenica Sport sono state un record, ponendosi la trasmissione del giornalista campobassano tra le prime tre in Italia per longevità e numero di puntate andate in onda, tutte in diretta; ma anche il calendario della redazione sportiva di Telemolise è destinato a diventare un cimelio storico da conservare per gli amanti del giornalismo e dello sport molisano.

A presentare la serata, insieme ad Antonio Di Lallo, un volto storico della redazione sportiva di Telemolise, Erica Mastropietro, oltre alla co-conduttrice di ‘Domenica Sport’, Annalisa Ciarlante, l’ex Miss Molise che da due anni è tra le protagoniste della fortunata trasmissione televisiva che arriva nelle case dei molisani, ma anche in Abruzzo e a Roma. Presente anche l’editore Quintino Pallante.

Sono stati in tanti a onorare la redazione sportiva di Telemolise per la presentazione del calendario: il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, l’assessore Pietro Maio, passando per i primi cittadini di Oratino, Luca Fatica, che è anche il capitano della locale squadra di calcio, e di Toro, Angelo Simonelli. Presente anche la Figc molisana con il vicepresidente Miguel Mastrangelo e con il collaboratore Nicolino De Sanctis, il presidente della Fidal Matteo Iacovelli, l’allenatore del Campobasso Francesco Farina, l’ex trainer dei lupi Mario Oriente, l’artista Piero Perrino, l’artista Rosa Socci, il presidente degli allenatori molisani Luciano Lubrano, il presidente del Coni provinciale Antonio Rosari, il presidente della scuola calcio I Sanniti, Angela Baranello, il presidente della Bocciofila Frosolonese, Pasquale Mangione, la numero uno dell’M2, Amelia Mascioli e tantissimi altri ospiti, che non sono voluti mancare all’appuntamento. Come il dirigente storico, nonché ex consigliere comunale di Campobasso, Gaetano Mascione, che per la prima volta è intervenuto in pubblico. Molto schivo, ha evitato da sempre le interviste, ma non ha potuto fare a meno di intervenire nel corso della serata, alla chiamata di Erica Mastropietro.

Presente anche il direttore di CBlive, Giuseppe Formato, intervenuto a conclusione della serata di gala, che ha sottolineato come, quando ci si riferisce a ‘Domenica Sport’, si parla di storia del giornalismo sportivo molisano e del mondo sportivo regionale più in generale, evidenziando come da quasi trent’anni la trasmissione di Di Lallo abbia contribuito a creare il dibattito calcistico tra le squadre molisane, oltre a dar visibilità a tantissime realtà sportive meno conosciute.

Il fotografo della serata è stato Gino Calabrese.

A margine della serata, un emozionato Antonio Di Lallo ci ha confidato come tutto ebbe inizio: “Fu Lelio Pallante, agli inizi del 1987, a volermi a tutti i costi a Telemolise. Io, all’epoca, lavoravo per Tele Isernia. Non ci pensai un attimo a rescindere il contratto per entrare nella sua famiglia. Iniziai la trasmissione ‘Domenica Sport’ il 3 maggio 1987, tre giorni dopo aver rescisso il mio contratto con Tele Isernia, e andammo avanti, con la diretta, fino al 15 luglio con i famosi spareggi di Napoli, che condannarono il Campobasso alla retrocessione dalla serie B alla C1. L’idea che avemmo con Lelio Pallante fu quella di uscire dal provincialismo, così progettammo sin da subito le cose in grande. Siamo stati i primi ad attivare le dirette dagli studi di Termoli e Isernia e quell’idea nata agli inizi del 1987 è stata vincente, se oggi siamo ancora qui a parlarne, ma soprattutto ad andare in onda”.

Di Lallo, sempre presente nelle mille puntate,ha ricordato anche i momenti più difficili: “Le puntate più sofferte sono state quelle del 10 gennaio 2008, all’indomani della scomparsa di Lelio Pallante; della seconda domenica del maggio 1998, quando venne a mancare mio padre; e del 22 febbraio 2009, poche ore dopo la morte di Michele Scorrano”.

“Domenica Sport – ha concluso Antonio Di Lallo – ha dato spazio a tutte le realtà sportive molisane, dando visibilità a tanti opinionisti, allenatori e sportivi. Parlando del calendario, abbiamo deciso di dare spazio, oltre ai nostri collaboratori, anche a due momenti storici dello sport regionale: la Matesina che si è disputata a Bojano dal 1978 al 2000, grazie agli sforzi e alla passione di Armando Spina, e alla pallavolo con la Molise Dati, team che è arrivato a rappresentare Campobasso e il Molise fino alla serie A2 con egregi risultati”.

La galleria fotografica del fotografo Gino Calabrese

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

© 4420 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.