FLASH

Serie D, Farina e Donatelli: disamina opposta del derby. Il tecnico dei lupi: “Successo meritato”. Il trainer granata: “Sconfitta eccessiva, arbitraggio discutibile”

derby agnone cb

La festa del Campobasso a fine partita

GIUSEPPE FORMATO

Il Campobasso e l’Olympia Agnonese hanno dato vita a una bella partita, davanti a una cornice di pubblico di categoria superiore. Tribuna stracolma in ogni ordine di posti e tifosi in festa: il derby ha avviato la due giorni di festa del centro altomolisano.

Il risultato ha premiato i lupi, ma l’Agnonese (forse) avrebbe meritato qualcosa in più. Come tutti i derby che si rispettino, anche quello del ‘Civitelle’ è stato caratterizzato dalle polemiche, seppur molto pacate da parte dei tifosi e dei dirigenti locali.

Serviva un episodio per far cambiare il corso dell’incontro, verificatosi puntuale al minuto 20, quando Scudieri col braccio ha dato il ‘la’ all’azione che ha portato al vantaggio rossoblù, messo a segno da Lazzarini. I granata, poi, ci hanno provato, recriminando per un fallo su Di Lullo (immenso in mezzo al campo) in piena area di rigore.

I ragazzi di Donatelli hanno fatto divertire il pubblico locale: buon gioco e tanta corsa. Il Campobasso, invece, ha fatto la parte del grande team: squadra sorniona e cinica al punto giusto. Poche occasioni e capitalizzate al meglio.

L’Agnonese, però, necessita di qualche rinforzo, soprattutto in avanti, dove Cantoro è apparso troppo solo per fare male alla difesa del Campobasso, rimasta imbattuta dopo qualche falla di troppo nelle ultime uscite.

Lazzarini festeggia il gol del vantaggio

Lazzarini festeggia il gol del vantaggio

Il direttore sportivo Maurizio Sabelli tornerà sul mercato per provare a inseguire la salvezza diretta; per i lupi c’è ancora una certa indecisione. Tra oggi, lunedì 8 dicembre, e domani i massimi vertici decideranno qualcosa in merito. Ma l’occasione di provare l’inseguimento alla vetta è troppo ghiotta: sono appena sei i punti che dividono il Campobasso dalla Maceratese, domenica prossima, 14 dicembre, impegnata nello scontro diretto con la Sambenedettese. I lupi, invece, ospiteranno il modestissimo Celano, ‘cenerentola’ del girone F di serie D.

Intanto, a fine partita disamine differenti della partita tra l’allenatore del Campobasso, Francesco Farina, e il trainer dell’Olympia Agnonese, Giuseppe Donatelli.

“Il risultato è giusto – ha esordito mister Farinae ho visto un buon primo tempo da parte dei miei ragazzi. Abbiamo giocato con ordine e si è visto il lavoro fatto in settimana sulla fase difensiva. L’Agnonese, che al ‘Civitelle’ segna quasi sempre e che aveva già segnato tre gol alla Sambenedettese, non è riuscita a perforarci. I derby, generalmente, si risolvono anche con un episodio. Adesso dobbiamo riprendere la giusta concentrazione, anche perché sono ancora arrabbiato per la sconfitta contro il Fano. Va fatto un plauso sia alla squadra sia ai tifosi, che ci permettono di giocare quasi sempre in casa”.

Farina ha parlato anche degli obiettivi: “Le aspettative, nella vita, rendono tutto più difficile. Noi siamo nati per un campionato di transizione, provando negli anni futuri a fare qualcosa di importante. Al momento, credo, che le altre abbiano qualcosa in più di noi. Avremo una riunione con la dirigenza già nella giornata di lunedì 8 dicembre, ma penso che al 95% resteremo così come siamo, perché è inutile farsi prendere dalla frenesia, anche se io sono pronto per cambiare gli obiettivi in corsa, e anche per il fatto che i nostri dirigenti quando prendono determinati impegni con i calciatori, difficilmente, tornano sui propri passi”.

Opposta l’analisi del tecnico dell’Agnonese, Giuseppe Donatelli, che in sala stampa ha affermato: “È un risultato eccessivo per la mia squadra. I ragazzi hanno disputato davvero un’ottima partita, alla pari del Campobasso, team costruito per vincere il campionato. L’Agnonese ha tenuto bene il campo, pagando l’episodio in occasione del vantaggio granata. Il gol era da annullare per un fallo di mani e, forse, anche per un fuorigioco quando è iniziata l’azione. L’arbitro, inoltre, se avesse voluto essere obiettivo ci avrebbe concesso un calcio di rigore, per il fallo in piena area su Di Lullo. Al di là di tutto, comunque, il Campobasso è giunto al ‘Civitelle’ molto concentrato, dimostrando di essere all’altezza di partite importanti, per vincere il campionato”.

comments

Tag: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

© 2017 CBlive | La città di Campobasso in diretta. Tutti i diritti riservati.
site by CBLive.it.